02/09/20
Governo parlamento Famiglia paese istituzioni

Bonetti: "L'Italia è stata scelta per avviare uno dei progetti pilota del programma europeo Child Guarantee"

L'annuncio della Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, riportato anche dalla rivista Vita.it, 3 settembre 2020.

"Oggi ho ricevuto comunicazione dal Commissario Ue per il lavoro e i diritti sociali, Nicolas Schmit, che il nostro Paese è stato scelto per avviare uno dei progetti pilota del programma europeo Child Guarantee. Saremo impegnati insieme a Unicef per il contrasto della povertà minorile": così la Ministra Elena Bonetti, in un post Facebook.

"È un riconoscimento importante  - prosegue la Ministra Bonetti - da parte dell'Unione, che dà fiducia al lavoro che l'Italia ha svolto nella tutela dei bambini durante la pandemia da Covid-19. È una scelta che ci incoraggia ancor più a crescere da protagonisti nel percorso europeo di investimento nelle nuove generazioni, con politiche attive e di rilancio. Sono ancora più convinta, come tutta Italia Viva, che per il nostro Paese questo sia il tempo delle occasioni da cogliere e del coraggio di investire per i nostri figli, a partire dall'utilizzo del Mes, che è fondamentale".

"È inoltre un motivo di particolare felicità - ha spiegato la Ministra Bonetti - che questa notizia arrivi nel giorno in cui ricordiamo l’entrata in vigore della Convenzione Onu sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. Si tratta di una sfida importantissima nel contesto europeo, che l’Italia deve e vuole raccogliere anche alla luce delle responsabilità che ha scelto e assunto con il Family Act".

"Si cresce mettendo al centro, come priorità, le nuove generazioni e investendo con convinzione nella loro cura e educazione, e noi abbiamo tracciato nel nostro Paese una strada nuova di politiche familiari, introducendo un sistema di misure universali che affermano chiaramente che ciascun bambino è un bene per tutti. Ora continuiamo a lavorare assicurando un impegno massimo e utilizzando tutti gli strumenti a nostra disposizione, non solo per l’Italia ma anche per l’Europa", ha concluso Elena Bonetti.