Governo donne pari opportunità

Bonetti: "Il Piano Nazionale di contrasto alla violenza sulle donne diventa strutturale"

In vista della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, l'annuncio, in conferenza stampa, della Ministra Elena Bonetti, 23 novembre 2021.

Il 25 novembre, in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, "si conferma l'impegno nostro, del governo e di tutto il Paese nel pieno contrasto della violenza maschile contro le donne. Le vittime devono sapere che c'è uno Stato che accoglie le loro richieste d'aiuto". Così la Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, illustra in una conferenza stampa le azioni messe in campo dal Governo per il contrasto della violenza contro le donne.

Misure perfezionate col nuovo Piano strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2021-2023, presentato in Cdm la scorsa settimana a pochi giorni dall'avvio della Settimana contro la violenza sulle donne.

Le vittime "devono sapere che possono denunciare e chiamare il 1522", ribadisce la Ministra, che ricorda come il nuovo piano abbia reso "strategiche, stabili e strutturali le azioni messe in campo dal governo". Su tutte, la Ministra ricorda il "reddito di libertà e microcredito di libertà".

Sarà distinto in assi - prevenzione, protezione e sostegno, perseguire e punire, assistenza e promozione - il nuovo Piano Strategico Nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2021-2023 e sarà finanziato con 30 milioni di euro all'anno.

Come illustrato dalla Ministra per le pari Opportunità e la famiglia, Elena Bonetti, nel ddl Bilancio "viene reso strutturale, coinvolgendo enti locali, parti sociali, centri antiviolenza, forze dell'ordine. Serve una regia condivisa non solo a livello nazionale ma anche territoriale".

"Dobbiamo scegliere la parità di genere con un'azione sistemica nel nostro Paese. Si tratta di una scelta urgente e la nostra Costituzione ce la impone con grande forza anche alla luce dei dati che hanno visto un aumento della violenza contro le donne durante la pandemia", ha sottolineato Bonetti.

Diverse le misure che saranno attuate o potenziate: dal rafforzamento del percorso educativo nelle scuole - "azione fondamentale per rimuovere gli stereotipi" alla base delle violenze di genere, come sottolineato dalla ministra - alla formazione universitaria per tutte le operatrici e gli operatori coinvolti, in diversi ambiti, nella tutela delle donne. Il Piano guarda anche ai minori e al rafforzamento dei Centri di ascolto per uomini maltrattanti. Il Governo punta, inoltre, a contrastare la violenza economica, che fa leva, ha detto ancora Bonetti, sul fatto che molte "donne sono prive di risorse finanziarie proprie".

Intanto, oggi Italia Viva propone un appuntamento  in vista della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne. Infatti, il gruppo parlamentare del Senato di IV promuove il convegno 'Femminile, Plurale', presso la Sala Zuccari di palazzo Giustiniani, dalle 10 alle 13.

La Ministra per le pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti, la viceministra alle infrastrutture Teresa Bellanova, il Sottosegretario all'Interno Ivan Scalfarotto, i capigruppo di Camera e Senato Maria Elena Boschi e Davide Faraone e la senatrice segretaria della commissione di inchiesta sul Femmincidio Donatella Conzatti discuteranno insieme ai parlamentari di Italia Viva a confronto con esponenti del mondo delle associazioni, delle organizzazioni, delle reti e fondazioni che operano sulla parità di genere.

Il convegno sarà l'occasione per approfondire la strategia nazionale per la pari opportunità ed il contrasto alla violenza di genere, a partire dal 'pacchetto donne' contenuto nella manovra di bilancio. La mattinata si struttura su 5 panel per i 5 temi che sono alla base della strategia nazionale per promuovere la parità di genere e l'empowerment femminile: tempo, competenze , reddito e lavoro, carriera e potere, libere dalla violenza. A fare da moderatrice dell'evento sarà la giornalista Rai Manuela Moreno.

Chi lo desidera può rivedere la conferenza stampa a questo indirizzo.