Governo Famiglia inhomepage pari opportunità

Bonetti: “Femminicidi, una tragedia che riguarda tutti”

La notizia pubblicata da La Sicilia, 12 settembre 2021

Gli ultimi casi di femminicidio in Sicilia, i quotidiani episodi di violenza tra le mura domestiche sono tornati drammaticamente al centro dell’agenda e dell’impegno del governo. Una linea di demarcazione tracciata dal ministro per la Famiglia, Elena Bonetti, che è stata all’Anfiteatro romano, ospite di Italia Viva, per affrontare queste ed altre problematiche.

«Il femminicidio - ha detto Elena Bonetti - è il frutto di una sub cultura impregnata di prevaricazione che molti uomini impongono nella relazione con le donne. È una tragedia di cui tutti noi dobbiamo sentirci responsabili e per i quali occorre dare risposte concrete costruendo alleanze tra le istituzioni pubbliche e la rete antiviolenza che gestisce le case rifugio. Proprio a questi organismi stiamo pensando con il finanziamento strutturale del piano nazionale di contrasto della violenza contro le donne». 

La Ministra Bonetti ha constatato che «la pandemia ha aumentato i casi di violenza e di femminicidio ecco perché la nostra responsabilità è aumentata ed è per questo che daremo risposte concrete. La vera arma, però, è rappresentata dalla parità di genere». Il rappresentante del governo ha ammesso che in questo momento in Italia non si possa parlare di una vera e propria parità di genere. 

«Nel nostro paese - ha detto - non è stata raggiunta la parità di genere, pilastro fondante della democrazia. Sono stati fatti, però, passi importanti perché il governo ha varato una strategia nazionale della parità, individuando obiettivi concreti anche nel corso della prima conferenza nell’ambito del G20 in cui si è trattata la questione della parità che non è un argomento riservato solo alle donne ma riguarda l’intera società, capace di interpretare lo sviluppo che vogliamo imprimere garantendo la presenza delle donne in politica che ritengo importante se non essenziale». 

Nell’incontro, coordinato da Alessandra Furnari, ex assessore comunale, il ministro ha fatto accenno alla ripartenza con la riattivazione dei luoghi del lavoro. «Reputo importante avere introdotto il green pass per le scuole e per riaprire i ristoranti e io luoghi della cultura. Sono certa che di tutto questo ne gioverà l’imprenditoria femminile. Per quanto riguarda la famiglia saremo molto attenti all’introduzione dell`assegno unico universale, finanziata con il cinquanta per cento dei fondi destinati alle famiglie». 

All’incontro erano presenti, tra gli altri, il senatore Davide Faraone componente della Commissione bilancio della Camera, Giancarlo Garozzo ex sindaco di Siracusa, esponente di primo piano di Italia Viva, Donatella Lo Giudice (attivista di Iv), tra gli ospiti il sindaco di Priolo Pippo Gianni e Diego Bivona presidente di Confindustria Siracusa.