05/12/20
agroalimentare paese istituzioni

Bellanova: "Attenti, se il Mes non passa non c'è più la maggioranza"

Estratto dall'intervista di Carmelo Caruso, "IL FOGLIO", 5 dicembre 2020.   

 

Il 9 dicembre sarà l'ultimo giorno di questo governo?

"Il 9 dicembre non si vota solo sulla riforma del Mes. Si voterà sull'affidabilità dell'Italia. Capiremo chi siamo e cosa vogliamo essere. Sceglieremo se sederci dalla parte dei paesi fondatori o accanto a un nazionalista come Orbán. Rispondo dunque alla domanda che non voglio evadere. Il 9 dicembre si comprenderà se chi ha leadership è anche capace di esercitarla".

 

Gli argomenti: Giuseppe Conte, il senso di responsabilità, la scuola, il Mes. Il rimpasto.

"Non ci interessano i posti ma come mettere a posto il paese".

 

Se dovesse venire a mancare la maggioranza, se quel giorno l'esecutivo dovesse andare sotto, Conte sarà costretto a salire al Colle.

"Siamo una Repubblica parlamentare che non è fondata sui Dpcm. Quel voto servirà a misurare la solidità dell'esecutivo. Se esiste una maggioranza lo scopriremo. Bisognerà assumersi le responsabilità.

Votando no, non si permetterà ad altri paesi di accedere al fondo. Cosa c'è di più alto e nobile di questo voto che riguarda la politica estera? Siamo di fronte a un passaggio delicato e importante. Il nostro rifiuto paralizzerebbe l'Unione. Non è questa l'Italia che ho in mente."

 

Italia Viva non solo voterà a favore, ma promette che combatterà ancora per ottenere le risorse.

"Non tollero la parola "solo", quando sento che accettare il Mes comporterebbe un risparmio di soli 300 milioni di euro. Non posso più sopportare di vedere una Sanità devastata, le file di ambulanze, le strutture sanitarie scalcinate. Io so cosa fare con 300 milioni". 

 

 

Qui per leggere l'intervista completa.