territori Infrastrutture

Bellanova ad Asti: "Con il PNRR cresce il Paese"

La notizia su "la Nuova Provincia", 20 luglio 2021.

Visione imprenditoriale, semplificazione della burocrazia e sblocco dei cantieri. Questa la ricetta di Italia Viva per l'utilizzo dei fondi del PNRR nel settore delle infrastrutture. Il Centro Culturale San Secondo ha ospitato un incontro organizzato da Italia Viva Asti sabato sul tema "Il PNRR volano per le infrastrutture del Piemonte".

L'incontro ha visto come relatori Teresa Bellanova, viceministra delle infrastrutture e della mobilità sostenibile, le parlamentari di Italia Viva Silvia Fregolent e Raffaella Palta, le istituzioni locali rappresentate dal sindaco Maurizio Rasero, il Presidente della Provincia Lanfranco e l'assessore regionale a trasporti e infrastrutture Gabusi oltre al contributo tecnico della fondazione SLALA diAngelo Marinoni, Nicola Bassi, Davide Maresca, Francesco Mariani, a Giovanni Currado dell'Agenzia della Mobilità Piemontese e Giacomo Massimelli, presidente del comitato strade ferrate.

Grande rilevanza è stata data alle grandi opere in cantiere sul territorio piemontese come la linea Torino - Lione e Terzo Valico che secondo l'onorevole Fregolent porteranno il Piemonte a essere centrale in Europa. Durante i saluti istituzionali sono state riportate le istanze del territorio. Rasero ha chiesto più fiducia da parte del governo verso gli amministratori, gli enti locali «devono essere messi nella possibilità di fare le cose», di prendersi delle responsabilità. 

Tra le opere di cui si è parlato si contano anche tangenziali e autostrade come la Asti-Cuneo, opere che non rientrano nei progetti di transizione ecologica e di diminuzione delle emissioni di CO2. Inoltre, è stata sottolineata la necessità di portare avanti una linea condivisa da tutte le forze politiche indipendentemente dagli orientamenti, anche se non sono mancate le critiche ai governi precedenti. «Abbiamo vissuto per anni in una bolla populista che ha sostituito la crescita economica e industriale con l`assistenzialismo» ha sottolineato Paita.

Per la viceministra Bellanova il Pnrr «deve essere soprattutto una risposta concreta ed efficiente alla crisi economica, sociale e occupazionale, quindi non riguarda solo i fondi, ma anche le riforme, e decreterà quale Paese vogliamo lasciare alle prossime generazioni». Parla di coraggio nelle scelte, capacità di intervento e rapidità, fondamentali per non perdere gli investimenti. Sottolineando ancora una volta la volontà di un decreto semplificazione. «Abbiamo un obiettivo importante: eliminare quei colli di bottiglia che rallentano gli investimenti privati e l`amministrazione pubblica» ha sostenuto Bellanova. Per la necessità di un visione più ampia «il Governo sta istituendo uno sportello unico dei controlli e una piattaforma logistica nazionale» ha ribadito Teresa Bellanova.