territori amministrative

Bellanova a Mira e Mirano: "Una politica pragmatica"

La notizia su "il Gazzettino" e "la Nuova Venezia e Mestre", 26 maggio 2022.

La viceministra alle Infrastrutture e alle Mobilità sostenibili Teresa Bellanova ieri a Mirano e Mira per sostenere i candidati sindaci del centrosinistra.

Prima tappa a Mirano, in piazza Errera al gazebo del comitato elettorale di Tiziano Baggio, per invitare la cittadinanza a puntare su di lui per governare la città nei prossimi cinque anni. L'incontro è stato introdotto dall'onorevole Sara Moretto di Italia Viva. Baggio ha posto l'accento su una Mirano che deve affermarsi come città turistica «in un contesto verde. Farò una campagna elettorale ad impatto zero usando gambe e bicicletta. Non sarà facile spendere tutti i fondi del Pnrr ma saranno investimenti a favore di tutti i cittadini. Lavoreremo per la certificazione ambientale e per lo sportello energia. Siamo preoccupati per il nostro ospedale e per il Passante, su questo chiedo l'aiuto del Governo perché questa è una delle aree più inquinate del Veneto».

La viceministra ha ringraziato Baggio «per avere messo in campo le sue professionalità a favore della comunità. Con Maria Rosa Pavanello l'esperienza è stata positiva, l'importante è sempre l'ascolto delle persone come lei ha fatto in questi anni, in particolare di chi non ha più nessuno. Chi governa ha il dovere delle scelte e concordo con Tiziano su green e sostenibilità. Non dobbiamo lasciare indietro chi non può permettersi la sanità privata. Sul Pnrr, con la nuova amministrazione comunale ci confronteremo sui progetti».

A Mira, Bellanova si è spesa per Marco Dori. «Il nostro Comune», ha ricordato il candidato, «ha un problema pratico. La gestione dei 9 ponti sul Naviglio ci costa mezzo milione l'anno. Stiamo cercando di caricare del costo altri enti altrimenti è davvero un salasso difficile da sopportare per il bilancio».

Sul costo annuale dei ponti mobili, nessuna promessa da parte della viceministra che ha assicurato comunque il suo impegno. Per quanto riguarda i progetti per i cantieri della Romea, Bellanova ha garantito che sono «in uno stato avanzato».

Bellanova si è soffermata sulla necessità di una riconferma del sindaco Dori e su come sia importante far ripartire l'economia dopo anni di situazione difficile anche per gli effetti che ha prodotto la pandemia. Ha ricordato i suoi trascorsi sindacali e la lotta contro il caporalato, ha rivendicato il vanto di aver sempre mantenuto lo stesso numero di telefono. «Per due anni abbiamo dovuto dire ai lavoratori di andare al lavoro con mezzi privati», ha detto, «Di non partecipare di persona a certi avvenimenti, ai bambini e ragazzi di stare a casa da scuola. Ora si può ripartire, se si fa attenzione alle profonde ferite che questo evento globale ha prodotto sul tessuto sociale del territorio».

All'incontro di ieri a Mira e a quello di Mirano hanno partecipato tanti candidati consiglieri e anche cittadini che hanno voluto ascoltare l'intervento della viceministra.