24/06/21
Infrastrutture paese

Autostrade, Paita: "Serve un piano su investimenti, controlli e verifiche"

La notizia pubblicata da "il Secolo XIX", 24 giugno 2021.

"Se vogliamo che la rete autostradale funzioni e sia sicura, abbiamo il dovere di mettere in campo un piano di investimenti, di controlli da parte del Mims, di verifiche da parte di Ansfisa, degno di un paese civile". Lo ha dichiarato Raffaella Paita, deputata di Italia Viva, nella replica al question time con il ministro del Mims Enrico Giovannini, a proposito della richiesta del collega Luciano Nobili, di garantire adeguatezza degli investimenti, controlli e sicurezza della rete autostradale.

"Non possiamo sottacere - spiega Paita - che, rispetto al governo precedente, sul tema delle autostrade ci siano stati dei passi in avanti. E tuttavia rimangono dei problemi. A seguito del crollo del ponte Morandi, abbiamo assistito per tre anni a una incredibile esasperazione della discussione e a una soluzione, quella della revoca, del tutto populistica. A dimostrare che lo fosse è l'esito, inimmaginabile, della vicenda: il risarcimento ai Benetton per una cifra molto cospicua. Questo è un dato da cui partire per fare un'analisi seria sul futuro. Se è vero che in questo Paese i controlli svolti dal pubblico su un bene dato in concessione non hanno funzionato, ora serve un piano di investimenti, di controlli da parte del ministero, di verifiche da parte di Ansfisa, degno di un paese civile. A oggi questo piano non è ancora realtà. Ragione per la quale noi la sollecitiamo ad andare avanti con il lavoro, a mettere nelle condizioni Ansfisa di poter lavorare".

"Sul caso della Liguria, invitiamo il governo a intervenire perché la situazione è quotidianamente fuori controllo. Anche in questo caso abbiano il dovere di mettere in campo un'azione radicale e robusta, senza tentennamenti e mediazioni, almeno sulla questione di pedaggi, dal momento che è inaccettabile chiedere di pagare ai cittadini per una rete che non funziona", conclude Paita.