Italia Viva Assemblea Nazionale

Assemblea Nazionale #005, Renzi: "Necessario fare chiarezza sugli appalti Covid"

L'intervento di Matteo Renzi, in apertura dei lavori della Quinta Assemblea Nazionale di Italia Viva, 10 ottobre 2021.

Matteo Renzi ha aperto il suo intervento alla Quinta Assemblea Nazionale di Italia Viva, in diretta streaming sui profili social, sottolineando la necessità di una commissione d'inchiesta sugli appalti Covid, una richiesta già avanzata da tempo da Italia Viva, che sta portando avanti una petizione sul tema. Troppe opacità continuano ad aleggiare sugli appalti affidati durante l'emergenza Covid, quando l'intero Paese era in ginocchio, e Renzi ha voluto ribadire - come già nell'intervista di stamani a "il Giornale" - che "questa vicenda potrebbe essere peggio di Tangentopoli. È sacrosanto che la politica verifichi quanto è accaduto. Se qualcuno ha rubato sulle mascherine o ha commesso reati mentre l`Italia non aveva mascherine e ventilatori, quel qualcuno deve pagare. Perché rubare è un reato odioso e insopportabile, ma se oltre a rubare ti approfitti di un Paese in ginocchio, quello diventa alto tradimento, contro l'Italia e contro gli italiani".

Il passaggio successivo è stato dedicato all'analisi post voto, ribadendo lo straordinario risultato ottenuto dal nostro partito durante la recente tornata elettorale. "Italia Viva c'è", ha detto Matteo Renzi.

"Il dato delle elezioni amministrative ci consegna l'immagine di un partito molto più in forma di quanto immaginavano, siamo più radicati di quanto pensassimo - ha proseguito Renzi - e questo si somma con il fatto che, facendo la crisi di governo a gennaio, abbiamo salvato l'Italia. Questo è indiscutibilmente vero".

"Queste elezioni locali segnano la scomparsa del Movimento 5 stelle. Stanno andando verso la sparizione e dobbiamo rispettare questo travaglio. Assisteremo a una lunga notte di San Lorenzo, di caduta, da 5 stelle a zero stelle", ha proseguito Renzi, nella sua analisi del voto amministrativo.

"Con la crisi abbiamo salvato l'Italia e paradossalmente - ha proseguito Renzi - abbiamo salvato anche il Pd da un abbraccio con il M5S che lo avrebbe stritolato. Il Pd ha salvato l'anima".

"I media - ha spiegato Renzi - continuano a raccontare di piazze piene per Giuseppe Conte, ma non so se poi queste persone votano per il M5s. Vanno in piazza per vedere l'influencer, il politico che ha firmato i Dpcm sul lockdown, non quello cui affidare il futuro del Paese".

Insomma, "il risultato delle amministrative apre uno spazio vero, aperto, un grande spazio per chi crede nel riformismo e non vuole essere né alleato dei populisti a 5 stelle né della destra sovranista e anti Europea. Uno spazio significativo, importante, che cercheremo di cogliere con umiltà, determinazione e desiderio di allargarsi", ha proseguito Renzi.

Uno spazio entro il quale, come ha sottolineato Renzi, Italia Viva continuerà a rivelarsi influente, sia durante quest'ultima parte della legislatura, sia durante la prossima. 

Renzi ha poi colto l'occasione per ringraziare gli uomini e le donne di Italia Viva, per il loro impegno durante le elezioni amministrative: dai parlamentari Iv, come Davide Bendinelli, Gabriele Toccafondi e Lisa Noja, che si sono confrontati con il voto sui territori, ai tanti sindaci e consiglieri eletti al primo turno. Una menzione particolare, inoltre, per la recente nomina di Alessia Cappello ad assessore della Giunta Sala, entro la quale si occuperà di lavoro e attività produttive.

Infine, ancora entro il tema delle recenti amministrative, Renzi ha ribadito il sostegno di Iv a Roberto Gualtieri, che si appresta ad affrontare il ballottaggio su Roma, specialmente guardando ai fatti di ieri, sabato 9 ottobre, quando la Capitale è stata sconvolta dalla violenza dei manifestanti no vax e no Green Pass, fatti che richiedono un deciso sostegno a chi è, come Iv, a favore del Green Pass. Renzi, inoltre, ha sottolineato l'ottimo risultato raggiunto da Iv a Roma, con l'elezione di Francesca Leoncini e Valerio Casini e di tanti consiglieri municipali.

Allargando lo sguardo alla situazione europea, Matteo Renzi ha spiegato che, con l'uscita di scena di Angela Merkel in Germania e l'apertura della fase pre-elettorale per Emmanuel Macron in Francia, che andrà al voto nell'aprile del 2022, "esiste uno spazio politico che l'Italia di Mario Draghi sta cercando di colmare con l'autorevolezza del nostro presidente del Consiglio". "Meno male che Draghi c'è: aver cambiato Conte con Draghi ha aiutato l'Italia e sta cambiando anche l'Europa", ha aggiunto Renzi.

Infine, spazio alla road map dei prossimi impegni di Italia Viva: la Leopolda, che si terrà dal 19 al 21 novembre prossimi, e una iniziativa che ci vedrà scendere in campo, sui territori, a partire dal prossimo marzo 2022: un lungo tour in camper, attraverso tutta l'Italia.

In chiusura, Renzi, nel ringraziare tutti per i contributi apportati alla discussione, ha ribadito che i temi affrontati oggi  - come ad esempio, il tema del voto nelle periferie - andranno approfonditi durante la Leopolda.


Chi lo desidera può rivedere l'intervento di Matteo Renzi qui di seguito o a questo indirizzo.