Scuola Governo Famiglia

Asili e scuole, ecco i fondi Pnrr. Bonetti: "Mai prima d'ora un investimento così grande"

La notizia su "Italia Oggi", 18 agosto 2022.

Oltre tre miliardi di euro per gli asili nido e le scuole dell'infanzia. E 300 milioni per la messa in sicurezza o nuova realizzazione di palestre e impianti sportivi a scuola. Il Pnrr inizia a far piovere risorse sul territorio con la pubblicazione ferragostana delle graduatorie relative agli avvisi pubblici che saranno finanziati con le risorse europee del Next Generation Eu e che prevedono la realizzazione di nuovi spazi o la messa in sicurezza di strutture già esistenti.

Ai 3 miliardi di fondi messi sul piatto dal Recovery Plan si aggiungono ulteriori 108 milioni integrati dal ministero dell'Istruzione, per un totale di 3.108.496.490,50 euro che andranno a finanziare 2.190 interventi: 333 per scuole dell'infanzia e 1.857 per asili nido e poli dell'infanzia per l'intera fascia di età 0-6 anni.

Alle regioni del Sud andrà il 54,98% delle risorse per gli asili nido e il 40,85% di quelle per le scuole dell`infanzia. L'obiettivo del 40% minimo di risorse al Sud viene dunque superato per entrambi gli avvisi pubblici.

Con lo stanziamento aggiuntivo disposto dal ministero sono stati finanziati 19 interventi in più nella graduatoria degli asili nido e 18 interventi in più nella graduatoria delle scuole dell'infanzia ed è stato possibile finanziare anche ulteriori 11 progetti di asili nido nelle regioni del Mezzogiorno, candidati a seguito della riapertura dei termini. Contestualmente, è stato disposto anche lo scorrimento delle graduatorie dell'avviso pubblico 2021 su asili nido e centri polifunzionali per la famiglia che prevede l'autorizzazione di 234 nuovi interventi per un importo di 381 miliorii.

Si tratta del più grande Piano mai realizzato sul tema dell'istruzione per la fascia 0-6 anni, con un investimento complessivo di 4,6 miliardi di euro. L'avviso pubblico contribuisce al raggiungimento del target previsto dal Pnrr che richiede che almeno il 33% dei bambini (di età compresa tra tre e 36 mesi) possa usufruire entro il 2027 del servizio di asilo nido. Un obiettivo raggiunto senza difficoltà al Nord Italia ma non altrettanto al Sud. Di qui la decisione del governo di stanziare nelle ultime due manovre di bilancio risorse aggiuntive destinate a crescere fino al 2027 per toccare, a regime, quota 1,2 miliardi di euro.

Sugli asili nido le risorse previste per il 2022 (120 milioni, ripartiti con un decreto approvato in Conferenza stato città il 13 aprile) puntano ad attivare nel corso dell`anno 15.639 posti aggiuntivi per bambini tra i 3 e i 36 mesi. I beneficiari maggiori dei fondi saranno gli enti che hanno un'offerta inferiore al 28,8 per cento, in tutto 4959. A Napoli sono previsti 506 nuovi posti con risorse per 3 milioni e 800mila curo; 105 posti si apriranno a Giugliano con un finanziamento di 805mila euro; 66 a Reggio Calabria con 506mila euro; 27 a Salerno con 208mila euro, mentre non sono finanziati utenti aggiuntivi in città come Padova, Reggio Emilia, Bergamo o Torino dove il servizio è già vicino o addirittura superiore allo standard fissato dai Lep.

Il raggiungimento del target Pnrr è stato sottolineato dalla ministra per le pari opportunità e la famiglia, Elena Bonetti. "Mai prima d'ora c'era stato un investimento cosi grande per garantire l'educazione a tutte le bambine e i bambini e aiutare le famiglie".

"Un progetto strategico", ha ricordato Bonetti, "che ho voluto da subito nel piano come attuazione del Family Act".