22/07/21
economia territori

Appello del Gruppo Over, Ferri: "Istanze che meritano risposte concrete"

L'intervento pubblicato da "la Nazione", 22 luglio 2021.  

Il primo a raccogliere l'appello rivolto dalle pagine del nostro giornale dal "Gruppo over, pari diritti, pari doveri, pari dignità", che ha denunciato «una situazione assurda», riferendosi alla difficoltà a partire da ottant'anni d`età, ad ottenere prestiti e finanziamenti per l'acquisto di beni e servizi di prima necessità, è il deputato di Italia Viva, Cosimo Maria Ferri.

«Quelle del gruppo over apuano sono istanze giuste e condivisibili, che meritano non solo attenzione ma anche delle risposte concrete - spiega Ferri - che abbiamo il dovere di fornire a una delle fasce di popolazione maggiormente afflitte dagli effetti di una crisi economica, che si è ulteriormente acuita con la pandemia».

Il Gruppo over reputa «ingiusto che istituti di credito e finanziarie non concedono finanziamenti a chi ha superato una certa età e che l'Inps li concede previo la cessione del quinto della pensione. Chi non ha un vitalizio, e oggi siamo in parecchi, è spacciato». Non solo solidale. «Mi attiverò - anticipa infatti Ferri - con il presidente dell'Associazione bancaria Italiana, Antonio Patuelli, per avviare una riflessione che potrebbe contemplare un intervento in funzione di garanzia da parte dello Stato, con riferimento alla pretesa restitutoria vantata dal finanziatore».

Causa anche il Covid, numerosi anziani sono in difficoltà e preferirebbero fare a meno di ricorrere a formule che rasentano l'usura. «Le barriere, talvolta del tutto preclusive, che incontrano gli ultraottantenni nell`accesso al finanziamento da parte degli istituti di credito risultano irragionevoli e sproporzionate - conclude il deputato apuano di Italia Viva - si impone dunque la necessità di ripensare le attuali modalità e tecniche di accesso al credito, in modo da individuare una soluzione equilibrata che permetta anche agli ultraottantenni di soddisfare le loro pressanti necessità».