genova territori amministrative

Amministrative a Genova, Paita: "Noi siamo gente del fare"

La notizia su "Genova - la Repubblica", 17 maggio 2022.

«Una scelta di coerenza». La sancisce con questa definizione, Ettore Rosato, presidente nazionale di Italia Viva, l'appoggio dei renziani alla candidatura di Bucci nella tornata elettorale genovese. Ieri la deputata ligure del partito Raffaella Paita, lo stesso Rosato e il sindaco Marco Bucci si seduti uno di fianco all'altro per la presentazione dei candidati renziani.

L'accordo porterà in dote alle liste civiche tre candidati consiglieri comunali e una decina di candidati nei municipi. Una «scelta civica», la definisce Paita, ma con tanta politica nel mezzo. «Noi siamo gente del fare, non potevamo stare con quelli del no a tutti i costi, a braccetto con il M5s», concordano Bucci e la deputata. «Noi siamo qui perché alternativi ai populismi, spero che il Pd rinsavisca e abbandoni la strada della sinistra massimalista e grillina: in quel caso saremmo ben felici di riprendere un dialogo», detta la linea Rosato. Da parte sua, per il sindaco Bucci l'abbraccio con Iv ha i contorni dell'operazione perfetta. «Spostiamo l'asse di coalizione verso il riformismo, siam qui per esaltare il civismo e l'autonomia di Bucci», dice Paita.

Frattanto, soprattutto sul tema infrastrutture, non a caso, si è incendiato il dibattito elettorale nella giornata di ieri. Dalla Gronda alla diga portuale («Altri vogliono rimettere tutto in discussione, si possono fare modifiche al progetto, ma non tornare indietro», la sentenza del sindaco) fino alla "Sky metro" in Valbisagno. «Dello Strologo dice il tram sarebbe più sostenibile? Lo può dire solo se va a vivere a Molassana per tre anni, in una vallata bloccata dai disagi che porterebbe il cantiere. Fare meno per fare meglio è una scusa per non far niente».