14/12/19
Italia Viva territori

A Guardavalle nasce Italia Viva

Il battesimo con il deputato di Italia Viva della circoscrizione estero, Nicola Carè

Gazzetta del Sud, Catanzaro - Sulla scena politica guardavallese si affaccia un nuovo soggetto politico. Il partito fondato da Matteo Renzi mette radici anche nella cittadina ionica e oggi alle 17.30 si presenterà alla cittadinanza nei locali adiacenti all'ufficio postale. A tenere a battesimo l'iniziativa, è stato invitato Nicola Carè, deputato eletto nel 2018 nelle fila del Pd nella circoscrizione estera e passato con Renzi, che vive e opera in Australia, ma nativo proprio di Guardavalle, imprenditore di successo e segretario generale della Camera di commercio e industria italiana di Sydney. L'obiettivo del comitato organizzatore dell'evento è quello di creare a Guardavalle un nuovo riferimento politico che possa richiamare coloro che, stanchi e sfiduciati di una politica asfittica che guarda solo al passato, vogliono innovare per guardare al futuro. «Siamo ben consapevoli che per guardare al futuro necessita un fattivo contributo da parte delle nuove generazioni - spiega il comitato - ed è soprattutto alle nuove generazioni che ci rivolgiamo. Tuttavia, per avvalersi della loro esperienza, riteniamo utile anche l'impegno dei meno giovani. Italia Viva deve però essere un contenitore di idee, non il luogo per infinite quanto deleterie discussioni dettate da personalistiche ambizioni». Il riferimento è duplice, sia alle vicende regionali che a quelle locali. «A distanza di poco più di un mese dalle elezioni regionali - sottolinea il comitato - assistiamo inermi a guerre intestine, dannose per lo sviluppo di una Regione che occupa uno degli ultimi posti in Europa. Parimenti, a livello locale, registriamo immobilismo e sterili battibecchi tra la maggioranza e l'opposizione. Non aspiriamo ad occupare spazi che non sono di nostra competenza e saremo rispettosi dei ruoli istituzionali. Tuttavia - concludono gli organizzatori - riteniamo possa essere utile alla comunità la fattiva presenza di un nuovo soggetto politico, Italia Viva, che superi le stereotipate divisioni ideologiche del secolo scorso».