23/05/20
Governo agricoltura migranti

Bellanova al New York Times: "L'agricoltura è il settore dove le nuove generazioni possono trovare un futuro."

L'intervista di Teresa Bellanova sull’edizione internazionale del New York Times

"L'agricoltura è il settore dove le nuove generazioni possono trovare un futuro." Sono le parole della Ministra Bellanova nell’intervista pubblicata oggi in un lungo articolo sull’edizione internazionale del New York Times, che racconta come l'emergenza Coronavirus abbia riportato tanti italiani a lavorare nei campi.

Un mestiere che ormai da anni è svolto in larga parte da manodopera straniera stagionale, oggi bloccata nei propri paesi a causa del virus. Il New York Times riporta come tanti imprenditori agricoli si siano affidati agli italiani per completare la raccolta, nonostante le difficoltà. Perchè lavorare in agricoltura richiede competenze e professionalità specifiche e tanti che fino ad oggi erano impiegati in settori anche diversissimi da quello agricolo, devono impare un mestiere nuovo.

Cosa che all’inizio non è facile, ma piano piano si impara. E così in tanti stanno dando la loro disponibilità a lavorare nelle nostre campagne per scongiurare il rischio che i prodotti rimangano a marcire nei campi. Agricoltura non significa tornare a zappare, il settore oggi guarda sempre più a un modello di sviluppo sostenibile, a livello ambientale, ovviamente, ma anche a livello economico e sociale. Un contesto dove all'agricoltura fatta di innovazione, alti livelli di tecnologie e sofisticati sistemi meccanici e chimici, che richiedono competenze nuove e specifiche, si deve coniugare il rispetto dei diritti umani e dei lavoratori, per assicurare a tutti lavoro dignitoso".

E nell’articolo si racconta anche l’emozione della Ministra quando ha annunciato, durante la conferenza stampa del DL Rilancio, la legge per la regolarizzazione e l’emersione dei rapporti di lavoro, una misura importantissima per assicurare manodopera legale e restituire un’identità ai tanti lavoratori invisibili, sfruttati dai caporali. Una vittoria importantissima per restituire diritti e dignità al lavoro.