17/11/20
paese istituzioni

70 primi cittadini appoggiano l'emendamento Magorno: “Noi sindaci vogliamo occuparci di sanità”

La notizia pubblicata da “il Giornale di Calabria”, 17 novembre 2020.

"L'emendamento predisposto dal senatore Magomo al decreto Calabria bis va nella giusta direzione e ci auguriamo trovi la massima condivisione all'interno del Parlamento. Prevedere all'interno della struttura commissariale della sanità un organo formato dai sindaci, con poteri di controllo e di proposta, è un riconoscimento reale della funzione che gli amministratori esercitano sui territori". È quanto si afferma in un documento sottoscritto da 70 sindaci calabresi a sostegno dell'emendamento del parlamentare di Italia Viva Ernesto Magorno.

"Un ruolo di prossimità decisivo in questi duri mesi di pandemia ma da sempre riconosciuto dalle comunità per capacità di intervento, affidabilità e profonda conoscenza dei territori soprattutto quando entrano in ballo diritti primari come quello alla salute. I sindaci rappresentano il corpo sano delle istituzioni e a maggior ragione nell'ambito della sanità calabrese, su cui pesano storici ritardi, cattive gestioni e macroscopiche disfunzioni, l'unica interfaccia dei cittadini, gli unici capaci di interpretare bisogni diffusi e indicare soluzioni reali, sono gli amministratori locali", concludono i sindaci nel loro documento.