lavoro territori

Stellantis Melfi, Iv Basilicata: "Grande soddisfazione per l'accordo fra azienda e sindacati"

La notizia su "Cronache Lucane", 28 giugno 2021.

La discussione avviata a Roma sul tavolo promosso del Ministero dello Sviluppo Economico, guidato dal ministro Giancarlo Giorgetti e attivato dopo la richiesta parlamentare della deputata di Italia Viva, Sara Moretto, già dallo scorso mese di maggio, è proseguita sul territorio con primi decisivi risultati che vedono lo stabilimento di Melfi al centro degli obiettivi industriali del gruppo automobilistico Italo-francese nei prossimi anni. Piano che proprio a partire da San Nicola di Melfi prevede la produzione di quattro modelli elettrici a diversi marchi e un nuovo reparto di assemblaggio batterie.

«Ora occorre - sottolineano gli esponenti lucani di Italia Viva - un piano di rilancio tecnologico dell'indotto, che guardi ai nuovi processi industriali. I nodi centrali, per la parte istituzionale e politica, restano il potenziamento infrastrutturale di San Nicola di Melfi con il nodo ferroviario, l`integrazione dei processi di assemblaggio con i sistemi di produzione e accumulo di energia rinnovabile, le politiche attive del lavoro integrate con ricerca e formazione per potenziare anche gli asset immateriali e le competenze, vero giacimento di risorse dei prossimi anni per il nostro territorio».

A Melfi è stata scritta una pagina importante della storia del lavoro in Basilicata che guarda al presente ma soprattutto guarda al futuro del più grande polo industriale italiano , ecco perché i consiglieri regionali di Italia Viva, Mario Polese e Luca Braia, insieme ai coordinatori cittadini del comitato di Melfi, Panìco e Nigro, esprimono «grande soddisfazione per l'accordo concluso tra azienda e sindacati sul progetto industriale che riguarda il polo di San Nicola di Melfi».