energia

Stati Generali dell'Energia, gremita l'aula Pucci di Civitavecchia per un pomeriggio ricco di spunti

Report dal nostro evento dedicato all'energia, 1 aprile 2022.

Aula Pucci di Civitavecchia gremita per l'iniziativa sul tema dell'energia, promossa da Italia Viva, alla quale ha preso parte Matteo Renzi. In molti ieri pomeriggio hanno voluto partecipare all'evento, al quale hanno preso parte la consigliera regionale Marietta Tidei e altri ospiti di caratura nazionale ed europea, in collegamento da tutta Italia. Fari puntati, naturalmente, anche sulla situazione del Lazio, sulla moratoria riguardante le autorizzazioni per le rinnovabili e sull'aumento di gas ed elettricità.

Insomma, è stata una giornata di confronto e riflessione sulla transizione energetica, con una staffetta partita sì da Civitavecchia - con gli interventi Matteo Renzi e Marietta Tidei -  ma proseguita con collegamenti da tutta Italia. I rappresentanti delle principali aziende energetiche italiane, come Enel, Eni, Edison, i nostri parlamentari, gli interventi territori.

Si è trattato di un dialogo voluto per approfondire la situazione energetica del nostro Paese e le sfide che ci attendono, con l'obiettivo di costruire insieme soluzioni in grado di assicurare sostenibilità a livello ambientale ed economico, tutelando imprese e cittadini e rilanciando la nostra economia. 

Tanti gli interventi, a partire da quello di Matteo Renzi, che ha ricordato come la vicenda ucraina segni "una svolta storica ed epocale", intervento che è possibile rileggere e rivedere qui.

Marietta Tidei ha ribadito la necessità di "cogliere con coraggio le sfide della transizione ecologica accelerando sulle autorizzazioni e attrezzarci per dare solidità al nostro mix energetico. Noi ci siamo”.
Un invito ad approfondire è arrivato da Sara Moretto: "Davanti alla crisi energetica non ci limitiamo a fare appelli, ma approfondiamo e facciamo proposte".

Silvia Fregolent ha osservato che "la crisi che viviamo è la dimostrazione che il mix energetico italiano è insufficiente".

Teresa Bellanova ha sottolineato che "l'energia è una cosa seria, che non può essere affrontata a colpi di populismo", come avvenuto nella vicenda TAP, grazie al quale oggi abbiamo una alternativa la gas russo.

Ettore Rosato, che ha chiuso l'evento con le sue riflessioni, ha notato che "sui temi dell'energia non bisogna aver paura di essere riformisti. Il populismo ha fatto danni enormi, parlando alla pancia del paese e dicendo no a tutto".


Rivedi qui la diretta dei lavori
Leggi e riguarda qui l'intervento introduttivo di Matteo Renzi
Riascolta gli speciali su Radio Leopolda.