03/03/21
paese istituzioni

Senato, una busta con proiettili è stata inviata a Matteo Renzi. Solidarietà da Italia Viva tutta

Le dichiarazioni degli esponenti Iv, a seguito della notizia, 3 marzo 2021.

Proiettili in una busta, consegnata in Senato e diretta al fondatore di Italia Viva, Matteo Renzi: è quanto accaduto oggi, a Roma. Una notizia che non ha mancato di provocare un'ondata di immediata solidarietà, da parte di Italia Viva tutta, nei riguardi di Matteo Renzi, che in serata ha ringraziato per i numerosi messaggi di affetto e solidarietà ricevuti.

Di "gravissimo e vile atto di intimidazione" parla Ettore Rosato, vice Presidente della Camera dei Deputati, coordinatore nazionale Iv, che su Facebook scrive: "La politica è libertà d’espressione, rispetto e civiltà. Nulla a che vedere con odio, terrore e minacce di morte. Ti siamo vicini, Matteo".

Condanna del gesto anche da parte di Teresa Bellanova, Viceministra dei Trasporti e delle Infrastrutture, che così interviene su Facebook: "Una busta con due bossoli recapitata a Matteo Renzi. Una minaccia spaventosa che mi auguro venga condannata con fermezza da tutti. È il momento di dire basta a questa politica intrisa di violenza e odio. Matteo, siamo al tuo fianco, con forza e orgoglio. Non ci faremo intimidire".

"Una busta con dei proiettili è stata inviata nell’ufficio di Matteo Renzi al Senato. A questo portano le aggressioni verbali, i toni sempre troppo alti, gli inquinamenti quotidiani del dibattito politico. A questo porta un odio che i social network purtroppo amplificano e a volte non riescono a controllare. A Matteo ed alla sua famiglia tutta la mia, la nostra solidarietà: non ci fermeranno": così Elena Bonetti, Ministra della Famiglia e delle Pari Opportunità, in una nota diffusa su Facebook.

"Quando il racconto pubblico quotidiano è costruito a senso unico, con tutte le ragioni da una parte e tutti i torti da un’altra (un fenomeno praticamente inesistente in natura, figuriamoci in politica) la possibilità che qualche sconsiderato decida di farsi carico di risolvere il problema passando dalla teoria alla pratica non può certamente prendere nessuno di sorpresa", sottolinea Ivan Scalfarotto, Sottosegretario al Ministero dell'Interno, che prosegue: "Ma noi lavoriamo sulla base delle nostre idee, delle nostre convinzioni. E chi crede nelle proprie idee e nelle proprie convinzioni non può certamente essere intimidito da un gesto vigliacco come questo. Solidarietà a Matteo Renzi, e ai suoi cari".

Solidarietà e vicinanza arrivano anche da Maria Elena Boschi, capogruppo Iv alla Camera dei Deputati: "Non saranno questi gesti vili ad intimidirci, a farci fare un passo indietro", scrive Boschi su Twitter.

"Il clima d’odio creatosi in questi ultimi giorni attorno a Matteo Renzi dimostra il livello d’imbarbarimento del confronto politico e del dibattito pubblico raggiunto in Italia. Oggi però, all’indirizzo di Matteo Renzi, sono arrivati in Senato addirittura dei proiettili di arma da fuoco. Occhio che quando si legittima il rancore si finisce per armare la mano di vigliacchi che dalle parole passano ai fatti", scrive Davide Faraone, capogruppo Iv al Senato della Repubblica, che prosegue: "Caro Matteo, non c'è bisogno che te lo dica: sempre a testa alta, non ci fanno paura, non ci arrenderemo mai".

Solidarietà e condanna del gesto sono naturalmente arrivate da tutti i parlamentari e gli europarlamentari Iv e dagli esponenti, sui territori, del nostro partito.

"Dei bossoli sono stati recapitati a Matteo Renzi: una minaccia inaccettabile. A lui va tutta la mia solidarietà: certi gesti sono spesso la naturale conseguenza di un clima di odio che travalica il normale confronto democratico": così il senatore Francesco Bonifazi, su Twitter.

"Solidarietà e un abbraccio forte a Matteo Renzi per il folle gesto di minaccia nei suoi confronti. Gesti così violenti e vigliacchi feriscono la democrazia e la vita, e vanno condannati con forza". Sono le parole di Eugenio Comincini.

"Busta con bossoli inviata a Matteo Renzi al Senato. Che dite, ci diamo un contegno?", chiede Donatella Conzatti su Twitter.

"Bossoli inviati via posta. È il risultato della violenza sia mediatica che politica delle ultime ore e settimane nei confronti di Renzi. La più totale solidarietà a Matteo Renzi contro questi gesti criminali", scrive Laura Garavini su Twitter.

"Il linguaggio di odio porta anche a questo! Queste campagne denigratorie, questa macchina del fango costruite ad hoc contro Matteo Renzi devono terminare!". Lo afferma in una nota la senatrice Nadia Ginetti.

"Un grande abbraccio e tutto il nostro sostegno a Matteo Renzi. Le vili minacce ricevute oggi sono, purtroppo, frutto del clima di odio": così il senatore Ernesto Magorno.

"Quando la politica esce dal perimetro del dibattito civile e democratico ci si incammina sulla strada buia e pericolosa dell'odio e del rancore personale dove i vigliacchi e i violenti prendono il sopravvento. Solidarietà e vicinanza a Matteo Renzi", scrive il senatore Mauro Maria Marino

"Quanto accaduto nei confronti del senatore Matteo Renzi indica che la contrapposizione politica nel nostro Paese ha raggiunto preoccupanti livelli di pericolosità e aggressività. A Matteo Renzi e alla sua famiglia, la mia piena vicinanza e solidarietà", sottolinea la senatrice Daniela Sbrollini su Twitter. 

"La campagna di odio porta a gesti folli ed incontrollabili. Qualche pazzo stimolato da questo brutto clima ha inviato una busta con #proiettili a Matteo Renzi. Abbassare i toni, ricordandoci sempre che in politica esistono gli avversari non i nemici da abbattere", sono le parole della senatrice Valeria Sudano

"Una busta con due bossoli recapitata a Matteo Renzi. La gravità della cosa si commenta da sola. Purtroppo il clima di odio che aleggia intorno al nostro leader e a tutta Italia Viva è evidente. Solidarietà: tali intimidazioni non scalfiranno minimamente il suo operato", scrive la senatrice Silvia Vono.

"Difficile far politica e combattere con le proprie idee (che piacciano o meno) quando ti aggrediscono non con idee migliori ma con odio, e addirittura con minacce di una stagione lontana e terribile. Non fa bene a nessuno. Solidarietà a Matteo Renzi": queste le parole dell'onorevole Luigi Marattin, presidente della Commissione Finanze, su Twitter.

"Solidarietà totale a Matteo Renzi che ha ricevuto una lettera con all’interno bossoli al Senato. Conoscendolo non è il tipo che si fa intimorire. Avanti a testa alta, sulla strada giusta": così Raffaella Paita, presidente della Commissione Trasporti alla Camera dei Deputati.

"Solidarietà e vicinanza a Matteo Renzi per il vile atto intimidatorio di cui è stato fatto oggetto. Un fatto gravissimo che si inserisce in un clima d'odio che ha superato ogni limite. Mi auguro che i responsabili vengano presto identificati e perseguiti": queste le parole dell'onorevole Lucia Annibali.

"La campagna d'odio contro Matteo Renzi ha superato ogni limite tollerabile: da mesi il leader di Italia Viva è oggetto di insulti, aggressioni mediatiche, addirittura accuse di immoralità per aver espresso legittime posizioni politiche. Chi aizza questo odio deve essere perseguito", auspica l'onorevole Michele Anzaldi su Twitter.

"A Matteo Renzi e alla sua famiglia tutta la mia solidarietà e amicizia per la gravissima minaccia che Matteo ha ricevuto nella sede del Senato". Lo dichiara il deputato Matteo Colaninno che prosegue: "È un fatto sconvolgente che deve rappresentare un monito per tutti. Gli attacchi sconsiderati, il linguaggio fuori misura, le parole violente devono avere fine".

"Tutta la mia solidarietà per i bossoli inviati a Matteo, un attacco vigliacco figlio del clima di odio che si è creato nei suoi confronti": così l'onorevole Camillo D'Alessandro.

"I proiettili fatti recapitare in Senato al Matteo Renzi con intento intimidatorio sono un fatto che deve interrogare e preoccupare tutto l'arco parlamentare", ha dichiarato l'onorevole Marco Di Maio, nel suo intervento alla Camera.

"Qualche ora fa una busta con due bossoli è stata recapitata a Matteo Renzi. Un gravissimo atto di intimidazione, una vile minaccia che mi auguro venga condannata da tutti. Dopo mesi di violenza e di odio è davvero il momento di dire "Basta!". La politica ha bisogno di ritrovare la propria dimensione identitaria: libertà di espressione, rispetto per l'altro e senso di civiltà. Matteo, siamo al tuo fianco!": così l'onorevole Mauro Del Barba, in un post Facebook.

"Solidarietà a Matteo Renzi per la busta con bossoli. Non riusciranno a fermare le nostre proposte politiche né con il loro odio né con la loro violenza", scrive l'onorevole Silvia Fregolent su Twitter.

"Il clima d’odio continuamente alimentato nel nostro Paese porta verso una spirale negativa che non fa bene ai cittadini e tantomeno allo stato di salute del dibattito democratico. Minacciare di morte è un fatto gravissimo che non va sottovalutato. Piena solidarietà a Matteo Renzi": così l'onorevole Maria Chiara Gadda.

"Si dirà che non è la prima volta che un politico riceve dei bossoli, come è successo oggi a Matteo Renzi. Si è vero e infatti abbiamo sempre condannato ed espresso solidarietà. Ma il contesto in cui questo accade non credo che abbia paragoni, e il contesto, in casi come questo, non è affatto marginale": così Roberto Giachetti in una lunga nota su Facebook.

"Tutta la mia solidarietà a Matteo Renzi che si è visto recapitare una busta minatoria con due proiettili al Senato. Compito di tutti, politica e media in primis, tornare ad un linguaggio moderato lontano dall’odio. Mi auguro che i responsabili siano individuati e puniti presto": così l'onorevole Gennaro Migliore.

"Si rimane sgomenti - scrive l'onorevole Mattia Mor - dinnanzi alla viltà di chi ha inviato una busta con dei bossoli a Matteo Renzi . Le conseguenze di una campagna denigratoria non ci fermeranno. Andremo avanti nella consapevolezza di chi difende le proprie idee e crede nei valori della democrazia".

"Inorridisco alla notizia del gravissimo atto contro Matteo Renzi. Questo clima d'odio è inaccettabile. Confido che vengano individuati e puniti i responsabili. So che Matteo non si farà fermare da queste minacce. A lui e alla sua famiglia il mio più affettuoso abbraccio". Così Sara Moretto su Twitter.

Vicinanza dall'onorevole Luciano Nobili, che scrive: "la costante, pervicace campagna di odio nei confronti suoi e di Italia Viva rischia di produrre minacce simili. So che Matteo non si farà fermare, spero nella solidarietà di tutti".

"Quando il confronto politico si trasforma in odio personale e gogna mediatica  - scrive l'onorevole Lisa Noja su Twitter - si scivola rapidamente verso la violenza dei gesti. Rifletta chi usa le parole per aggredire e non per ragionare".

"La violenza è la negazione della politica, è la mortificazione delle istituzioni. È una grande sconfitta per tutti. Le battaglie giuste sono quelle delle idee! Solidarietà e un abbraccio forte a Matteo Renzi": così l'onorevole Giusy Occhionero su Facebook.

"Le idee per cui si combatte  - sottolinea l'onorevole Francesco Scoma su Twitter - non si fermano di certo davanti a vili minacce".

"Al mio amico Matteo Renzi la mia solidarietà e alla sua famiglia la mia vicinanza per un gesto tanto vile quanto disumano e allucinante. L’odio e l’accanimento che ho visto e vedo nei confronti suoi e delle sue idee non ha eguali per quella che è la mia esperienza politica": così l'onorevole Gabriele Toccafondi su Twitter.

"Basta con le minacce, le intimidazioni, la violenza in politica, appartengono a un capitolo lontano e chiuso della nostra storia. Basta con il clima di tensione e di odio": è l'auspicio dell'onorevole Massimo Ungaro.

"Il clima di aggressione e di intimidazione nei confronti del senatore Matteo Renzi, leader di Italia Viva ha prodotto il primo effetto: una busta contenente un proiettile inviata negli uffici del Senato. Un segnale inquietante. A Matteo Renzi la mia solidarietà. Noi ci siamo", scrive l'onorevole Catello Vitiello su Twitter.

"Un abbraccio a Matteo Renzi", scrive l'europarlamentare Nicola Danti che prosegue: "hai le spalle larghe e so che non ti farai intimidire. Ma questa non è politica. È solo odio. E non c'è spazio per l'odio nella discussione pubblica. Mai".

"In un paese in cui la violenza verbale e la propaganda bieca sembra non avere più limiti, il passo dall’insulto alla diffamazione e dalla diffamazione ai bossoli è breve. Totale solidarietà a Matteo Renzi": così l'europarlamentare di Renew Europe Sandro Gozi, su Twitter.

È l'unanime abbraccio delle donne e degli uomini di Italia Viva al suo fondatore: tutta la nostra nostra solidarietà a Matteo Renzi, vittima di un gesto ignobile e vergognoso. Un odio e una violenza senza limite a cui rispondiamo uniti, senza farci intimidire. E lo facciamo ogni giorno, nell'impegno per una politica che cancelli per sempre certe azioni e parole.