primavera delle idee

Scuola, Vaccini, Impresa: uno sguardo al futuro prossimo con gli eventi della Primavera delle Idee

Report dagli eventi del 24 marzo 2021.

Un pomeriggio dedicato al futuro, quello di ieri, mercoledì 24 marzo 2021. Tre gli appuntamenti in programma per la "Primavera delle Idee", il nostro ciclo di eventi dedicati alla costruzione di una piattaforma programmatica collettiva. Si è parlato di scuola, con Gabriele Toccafondi, di impresa, con Mattia Mor, e di piano vaccinale con i coordinatori di Iv Trieste, Antonella GrimGianfranco Depinguente e i loro ospiti.

Risveglio educativo” rientra in un ciclo di incontri organizzato da Italia Viva Sesto Fiorentino per poter approfondire tematiche di vario genere e poter trovare spunti da inserire nel programma elettorale in vista delle elezioni amministrative. Per la serata, l’ospite era il deputato fiorentino di Italia Viva, Gabriele Toccafondi.

"Il risveglio educativo del comune della provincia di Firenze" - ha dichiarato il parlamentare - "deve passare dal prendere coscienza degli abitanti del patrimonio educativo presente a Sesto Fiorentino, troppo spesso dato per scontato. Questo territorio può contare, infatti, su un Polo scientifico universitario di eccellenza, che si è imposto in Italia e in Europa. Vi sono anche scuole superiori di alto livello come il liceo Agnoletti, che a breve si trasferirà all’interno della zona universitaria nella nuova sede all’avanguardia, che vede la luce grazie al lavoro del governo Renzi. Altro patrimonio da preservare e custodire è l’istituto Calamandrei che in questi anni ha ricevuto un numero di domande superiori ai posti disponibili".

C’è comunque, come emerge dal dibattito, tanto lavoro da fare per Sesto Fiorentino in termini di educazione, soprattutto dal punto di vista dei nidi e degli asili, scuole importantissime per il primo percorso educativo dei bambini e per le madri che così, grazie a questi istituti possono tornare a lavorare dopo la maternità. I fondi già stanziati e quelli che arriveranno dal PNRR dovranno andare in questa direzione a partire proprio dalla gratuità dei nidi". Tante le domande da parte dei partecipanti che hanno dato la possibilità di articolare un dibattito interessante durato per tutto l’arco dell’incontro.

"Sosteniamo gli investimenti privati, aiutando gli imprenditori ad uscire dalla crisi. Così rilanceremo l’Italia, sfruttando le opportunità del Next Generation EU": questo il fulcro della proposta di Mattia Mor, nel suo video-incontro dedicato al futuro dell'impresa nell'era post Covid 19.

Mor, da sempre attento al mondo delle startup, per le quali ha visto l'approvazione di un suo emendamento al DL Rilancio per attrarre maggiori investimenti in start-up e PMI innovative, ha ricordato che "maggiori investimenti in nuove imprese significano maggior sviluppo ed innovazione per il nostro Paese". 

Infine, due ospiti d'eccezione hanno accompagnato i partecipanti all'appuntamento organizzato da Italia Viva Trieste, per fare il punto sull'applicazione, sui territori, del piano vaccinale. Focus, dunque, sul Friuli Venezia Giulia, con il Dott. Pierpaolo Mazzuia (Medico impegnato nel piano vaccinale della Regione Friuli-Venezia Giulia) e il Prof. Paolo Salucci (SISSA).

"Un incontro interessante - spiegano i coordinatori di Iv Trieste - con il quale, grazie alla competenza e all’esperienza sul campi del dott. Pierpaolo Mazzuia, medico psichiatra ora impegnato nell’attuazione della campagna vaccinale in Friuli Venezia Giulia, abbiamo chiarito ed approfondito molti aspetti relativi ai vaccini, alla loro efficacia, alla modalità di somministrazione e alla copertura vaccinale. Il prof. Paolo Salucci, della Sissa, ci ha reso edotti, numeri e percentuali alla mano, che la strategia per vincere in virus dovrà essere integrata: aumento costante della percentuale di vaccinati senza nel contempo abbandonare l’utilizzo delle mascherine, il distanziamento e l’igiene delle mani. Un richiamo forte infine alla necessità di dare omogeneità alle modalità con cui proseguire le vaccinazioni in tutte le regioni, in particolare procedendo per classi di età e tutelando le persone fragili e portatrici di handicap".