Europa Europarlamento

Renzi a Bruxelles: "Costruiamo un grande gruppo europeo, contro i populismi di destra e sinistra"

Due intense giornate di incontri, per Matteo Renzi, fra Parigi e Bruxelles, 11 novembre 2021.

Sono state due "proficue giornate di lavoro" quelle appena trascorse da Matteo Renzi, fra Parigi e Bruxelles. Obiettivo? "Discutere del futuro di Italia Viva nella grande famiglia di Renew Europe", così come ha spiegato Renzi in un post Facebook.

Dopo una prima giornata di appuntamenti nella capitale francese, dove Renzi ha incontrato François Bayrou, alto commissario per la Pianificazione del governo francese e presidente del Partito Democratico Europeo, nonché Stanislas Guerini, delegato generale La République En Marche, Renzi ha partecipato a Bruxelles a una riunione del gruppo Renew Europe e ha incontrato la vice presidente della Commissione europea, Margrethe Vestager, con la quale ha discusso del futuro dell'Unione Europea.

"In questa serie di incontri a Bruxelles, tocchiamo con mano come sia cambiato il clima intorno all'Italia. C'è grande interesse per l'Italia e naturalmente il nostro disegno è quello di costruire un grande gruppo europeo, filoeuropeo, che rifiuti il populismo di destra e il populismo dell'estrema sinistra". Queste le parole di Renzi, nel corso di un punto stampa alla sede del Parlamento Europeo.

Renzi ha sottolineato come "grazie a Draghi che ha preso il posto di Conte oggi siamo molto più forti e la manovra economica, che sarà discussa dal Parlamento, sarà decisiva per portare la crescita a consolidarsi dopo il 6 per cento, anzi oltre il 6 per cento. Aver mandato a casa Salvini nel 2019 e Conte nel 2021 ci dà grande credibilità in Europa".

"Chi farà il Presidente della Repubblica - ha aggiunto poi Renzi, in riferimento al dibatti sul tema di questi giorni - lo deciderà il Parlamento nel mese di febbraio".

Parlando del futuro dell'Europa, Renzi ha poi affermato: "Oggi abbiamo incontrato tanti amici, dai polacchi ai francesi, realtà che stanno combattendo sul proprio territorio per poter portare i valori dell'Europa in alto".

Come hanno sottolineato gli esponenti di Renew Europe, quello tra Matteo Renzi e la vice presidente della Commissione europea, Margrethe Vestager, è stato "un incontro molto utile, su priorità politiche europee, in particolare il digitale e l'intelligenza artificiale". 

Renew Europe ha inoltre sottolineato come quella di Renzi a Bruxelles sia stata "un'ottima giornata", con un discorso che ha tenuto "in inglese e in francese" ai deputati del gruppo di Renew Europe, al Parlamento europeo, che è stato mezz'ora più lungo del previsto e che ha riscosso "successo e applausi da tutti".

Inoltre, Renzi ha avuto "un ottimo incontro con Polska 2050", la forza di opposizione all'attuale governo polacco, "il leader Szymon Holownia e il presidente Michal Kobosko" di Polska2050. "Sono la nuova grande forza di opposizione in Polonia e hanno appena aderito a Renew", hanno sottolineato gli esponenti di Renew Europe.

Con Renzi ha partecipato a questi incontri il segretario generale del Partito democratico europeo, Sandro Gozi, che ha sottolineato, a margine, come si sia trattato di "Una splendida missione europea". 

"Sono ancora più convinto - ha commentato Gozi - che dobbiamo costruire anche in Italia un'alleanza politica cha occupi uno spazio centrale, aggregando liberali, riformisti, liberal democratici e società civile: una forza che come Renew Europe per la politica europea sia determinante per la politica italiana. Si tratta di un lavoro molto complesso, ma è importante cominciare a farlo sul serio per concretizzare questa prospettiva".

"Per questo - ha concluso Gozi - abbiamo organizzato la presentazione di Renew Europe e il lancio di Renew Italia per rinnovare l'Europa e la politica, con il collega europarlamentare di Italia Viva Nicola Danti e con Giuseppe Benedetto, presidente della Fondazione Luigi Einaudi, sabato prossimo 13 novembre alle ore 9.30 al Maxxi di Roma".