06/09/20
territori regionali

Regionali, Veneto, Sbrollini a Padova: "Lorenzoni non è riformista e Zaia fa solo il compitino"

A presentare la squadra dei candidati padovani c'era Ettore Rosato, vice Presidente della Camera, coordinatore nazionale di Italia Viva. La notizia pubblicata da "il Mattino di Padova", 6 settembre 2020.

«Siamo diversi dal movimento che si è creato attorno a Lorenzoni. I riformisti veri e l'alternativa a Zaia siamo noi». Daniela Sbrollini torna nella città del Santo per presentare la lista dei "renziani" che sostengono la sua candidatura a presidente della Regione.

Dopo aver augurato una pronta guarigione ad Arturo Lorenzoni (trovato positivo al Coronavirus due giorni fa), ha però voluto marcare le distanze dal centrosinistra che oggi lui rappresenta in Veneto da sfidante del leghista Luca Zaia: «Ci siamo scambiati degli splendidi messaggi ieri per ciò che gli è accaduto, ma purtroppo politicamente siamo distanti. Non abbiamo progetti e programmi che possono coincidere. Noi siamo riformisti, mentre loro no».

Su Zaia: «Cinque anni fa ha votato solamente il 54% dei veneti, ed è soprattutto a quel 46% che noi ci rivolgiamo, perché dobbiamo riportarli al voto» dice la senatrice Sbrollini «e questo perché Zaia guida una regione che sotto molti punti di vista va avanti da sola, e certamente non grazie a lui. Il presidente uscente si limita al compitino. Tutti gli aiuti che sono arrivati provengono dal Governo e non dalla Regione».

A rincarare la dose ci ha pensato il coordinatore nazionale di Italia Viva Ettore Rosato: «Lorenzoni rappresenta un movimento perdente. Zaia invece è furbo, perché mantiene sempre l'asticella bassa, in modo da non dover fare nulla di eccezionale per avere consensi».

A sostenere la Sbrollini oggi ci sono anche il Partito Socialista Italiano e il Partito Repubblicano. Presente al completo ieri la squadra padovana dei candidati consiglieri che sosterranno la Sbrollini, tranne la capolista Serenella Vallotto, che però ha inviato un messaggio video mandato in onda dal coordinatore provinciale di Italia Viva, Ettore Tamà. Tra loro anche Antonino Pipitone, ex consigliere IDV, Maria Antonietta Auditore, Rolando Marchi, SabrinaBellin, Andrea Vanni, Francesca Dall'Aglio, Giorgio Zorzi e Marlene di Costanzo.