lavoro Giovani sanità crescita primavera delle idee

Primavera delle Idee: giovani, lavoro, impresa, sanità e molto altro negli appuntamenti del giorno

Report dagli eventi del 4 maggio 2021.

Sono stati cinque gli appuntamenti che si sono svolti nel pomeriggio di martedì 4 maggio 2021, entro il ciclo di eventi della “Primavera delle idee”, la nostra iniziativa di ascolto e confronto con incontri quotidiani, lanciata da Matteo Renzi, durante l'Assemblea Nazionale #004. Ormai, siamo ben oltre la quota dei primi 200 eventi svolti e programmati. 

Il pomeriggio si è aperto con la prima Assemblea giovanile di Roma con IV Generation. Vi hanno preso parte Ettore Rosato, Presidente di Italia Viva e Vice Presidente della Camera, e l'onorevole Massimo Ungaro. L'appuntamento si è svolto in presenza, presso la sede di Italia Viva Roma, tuttavia è stato anche possibile seguire l'evento anche in diretta dalla pagina Facebook di IV Generation. Riccardo Fioramonti, coordinatore Iv Generation Roma, ha curato la moderazione del dibattito.

"I giovani sono il nostro futuro. Grazie a Iv Generation Roma, Riccardo Fioramonti e Fabrizio Barbo per aver organizzato la prima assemblea giovanile nella sede Italia viva di via dei Cappellari a Roma. È stato bello confrontarsi insieme a Massimo Ungaro su temi importanti come il Recovery Fund, ascoltare le proposte dei ragazzi, rispondere alle loro domande. Sono loro il domani dell’Italia e la vera scommessa è quella di formare una classe dirigente all’altezza delle sfide che ci aspettano", ha commentato Ettore Rosato a margine dell'evento.

Italia Viva Milano ha dedicato un dibattito alla ripartenza del comparto dei congressi e degli eventi, settore strategico per il Paese e il territorio. All'appuntamento hanno partecipato: Mattia Mor, Componente X Commissione Attività Produttive della Camera dei Deputati; Alessandra Albarelli, Presidente di Federcongressi & Eventi e Portavoce Istituzionale di #italialive; Luca Legnani, imprenditore e Vicepresidente di ANBC Associazione Nazionale Banqueting e Catering; Ilaria Anzola, imprenditrice e Consigliera di ANBC. I lavori sono stati moderati da Gianmaria Radice, di Italia Viva Milano, Coordinatore Municipio 1. 

Italia Viva Trentino, con Nicola Danti, eurodeputato di Italia Viva, e Federica Woelk, laureata in Studi Europei, ha discusso di tempistica delle vaccinazioni anti Covid-19, della differenza fra quanto sta avvenendo negli altri paesi europei e di cosa non ha funzionato negli accordi fra Commissione europea e agenzie farmaceutiche. "Si poteva fare di più? Quali sono i punti di dibattito fra Commissione e Stati membri? Si potrà pensare in futuro ad un'avanguardia della ricerca sanitaria comune europea ed alla sperimentazione e produzione di nuovi farmaci e tecnologie sanitarie?": queste le domande cui si è provato a dare una risposta. I lavori sono stati moderati da Roberta Calza, farmacista esperta in prevenzione ed educazione sanitaria, coordinatrice di Italia Viva Trentino.

E ancora di vaccini hanno discusso anche gli amici di Italia Viva provincia di Milano. A che punto siamo con la sperimentazione dei vaccini? Di questo si è parlato con la senatrice Iv Annamaria Parente, presidente della Commissione Sanità, e la deputata Iv Lisa Noja.

Infine, in serata si è svolto l'evento a cura di Italia Viva Verbano-Cusio-Ossola, durante il quale si è parlato di Partite Iva e delle riforme necessarie. Vi hanno preso parte: Sara Moretto, deputata IV e Capogruppo della Commissione parlamentare Attività produttive, Commercio e Turismo; Maurizio Besana, Vicepresidente Confartigianato Imprese Piemonte Orientale e Vicepresidente Camera di Commercio di quadrante (Biella-Novara-Vercelli-VCO); Marco Cerutti, funzionario Confartigianato Imprese Piemonte Orientale e consigliere CCIAA di quadrante, rappresentante settore Industria; Fausto Sgro, imprenditore e dirigente CNA Piemonte Nord e Mauro Bendotti, segretario CNA Piemonte Nord area VCO. 

"Dai relatori locali - spiegano gli organizzatori - sono state raccolte numerose sollecitazioni in merito all’importanza delle infrastrutture, anche digitali, all’impatto della pandemia sull’economia locale, alla necessità di dare uno scopo sociale dell’impresa: rilevante a tal proposito è lo Small Business Act: pensare in piccolo poiché più del 90% delle imprese in Italia ha meno di 10 addetti, quindi le norme vanno pensate alla loro tutela".

"Si è infine parlato dell’importanza della semplificazione normativa. L’Onorevole Sara Moretto ha presentato una proposta scritta sull’inserimento di una figura dedicata al MISE che si occupi solo delle microimprese, di valutare l’impatto delle misure legislative su di esse e di rivederle se occorre. Ha, infine, sottolineato la necessità di una programmazione territoriale, in merito all’utilizzo dei fondi del PNRR, e di un approccio pragmatico sui vari temi, come ad esempio quello della transizione ecologica, poiché le scelte si devono fare in campo energetico ma con grande pragmatismo", concludono gli organizzatori.