09/10/20
territori Infrastrutture

Ponte di Albiano Magra, Ferri: "Via le macerie e si dia inizio alla ricostruzione"

L'intervento pubblicato da "il Secolo XIX", 9 ottobre 2020.

A sei mesi dal crollo del ponte sul Magra il dissequestro delle macerie del Ponte di Albiano Magra finite nell'alveo è la prima cosa concreta che sia stata fatta fino ad oggi. "Il primo obiettivo è stato raggiunto ora si può procedere alla rimozione delle macerie per garantire l'incolumità dei cittadini e la sicurezza del territorio", ha spiegato l'onorevole di Italia Viva Cosimo Ferri.

"Gli eventi atmosferici di questi giorni avevano preoccupato giustamente la popolazione. Ora il commissario straordinario alla ricostruzione del ponte, l'ex presidente della Regione Toscana Enrico Rossi velocizzi la rimozione dei pericolosi detriti che si trovano in mezzo al fiume Magra", aggiunge l'onorevole pontremolese di Italia Viva.

"Il ministro alle Infrastrutture Paola De Micheli chieda con urgenza che il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici si esprima per il parere e il ministro dell'Ambiente Sergio Costa rilasci l'autorizzazione, "VIA" per aprire i cantieri per le rampe. Noi non molliamo e vogliamo vedere i cantieri", conclude Ferri.

Ora la gente del posto spera che si accelerino i tempi per la rimozione di ciò che resta del ponte, che collegava la Liguria e la Toscana, per contenere il rischio di esondazione in caso di piena del fiume Magra. Come si ricorderà il ponte di Albiano è collassato la mattina dell'8 aprile scorso. Soltanto il lockdown ha evitato che si consumasse una tragedia, in quanto il ponte di Albiano Magra era tra i più trafficati del territorio e per fortuna c'è stato un soltanto ferito.