paese

Milano, Alessia Cappello nel tridente al femminile per il listone dei riformisti

L'intervento pubblicato dal "Corriere della Sera", 10 luglio 2021.

 

Tre donne. Tre teste di lista. La vera novità di questa tornata elettorale arriva dai «Riformisti - Al lavoro per Milano» il listone in appoggio a Beppe Sala che mette insieme Azione, Italia Viva, Alleanza civica e tutto quello schieramento liberal-riformista che guarda con attenzione al centro dello schieramento. Un tridente, tutto al femminile. Alessia Cappello, Giulia Pastorella e Laura Specchio. Poco importa che alla fine sulla lista ci dovrà essere una numero uno e le altre dietro. Così come poco importa che la classifica finale si decida con il sorteggio o seguendo l'ordine alfabetico. L'importante è il messaggio che arriva dal palco del Pierlombardo, dove Sergio Scalpelli, terzista d'antan, ha introdotto le tre professioniste per un progetto che poco ha a che fare con le quote rosa, ma è squisitamente politico, con l'ambizione di uscire dai confini milanesi, e anche — e perché no? — di fare una sana concorrenza alla lista del sindaco arrivando a raccogliere almeno l'8 per cento di preferenze.

Alessia Cappello, manager con un'esperienza decennale di marketing in grandi multinazionali. Il suo avvicinamento alla politica è recente e nasce un paio di anni fa con i comitati civici renziani «Ritorno al Futuro». È la fondatrice del comitato «8 tutto l'anno» in difesa delle pari opportunità nel mondo del lavoro.

«È stato facile e naturale. Non c'è nulla di costruito. Semplicemente tutte e tre le forze hanno espresso la loro figura di punta che guarda caso siamo noi tre — dice Cappello — Così come non è una questione legata alle quote rosa, quanto a tutti quei temi legati al rapporto tra donne e mondo del lavoro».