14/07/20
lavoro economia

Mantova, crisi Corneliani, Bonetti e Colaninno: "Saremo al presidio per solidarietà e profonda gratitudine"

L'intervento della Ministra e del parlamentare di Italia Viva sulla "Gazzetta di Mantova", 14 luglio 2020. 

«Voglio portare non solo la nostra solidarietà e vicinanza alle lavoratrici, ai lavoratori e alle loro famiglie ma anche esprimere la nostra profonda gratitudine verso quelle donne e uomini che hanno contribuito a dare vita, in questi anni, a una delle eccellenze industriali del nostro territorio»: con queste parole la Ministra delle pari opportunità e della famiglia Elena Bonetti annuncia alla Gazzetta che venerdì sarà al presidio Corneliani insieme al deputato Matteo Colaninno.

Una notizia sperata da chi ormai da un mese manifesta davanti a quei cancelli che da stasera diventano anche luogo di cultura con la proiezione del film "7 minuti" introdotto dall'attrice protagonista Ottavia Piccolo. La ministra Elena Bonetti, insieme al deputato Colaninno, saranno nella tarda mattina di venerdì al presidio per incontrare le lavoratrici e i lavoratori «che quotidianamente manifestano la forte volontà di mantenere in vita un'attività tanto preziosa e di alta qualità per tutto il territorio, attualmente a rischio chiusura». Per portare loro e alle loro famiglie «non solo la nostra solidarietà, ma anche esprimere la nostra profonda gratitudine» dichiara la ministra Bonetti: «Penso in particolare alle donne che lavorano nella fabbrica, protagoniste di tenacia e operosità. A loro io e l'onorevole Colaninno vogliamo rivolgere con ancora più forza l'impegno nostro e delle istituzioni per sostenerle in questo momento di difficoltà, grati per il lavoro scrupoloso e incessante che le istituzioni locali, in particolare il prefetto Carolina Bellantoni, stanno svolgendo. In questi mesi, nel rispetto del nostro ruolo istituzionale, il nostro impegno è stato costante anche se silenzioso, per favorire un percorso che potesse offrire non solo una soluzione immediata ma anche di stabilità a questa crisi. Ribadiamo che tutte le possibilità devono essere esplorate fino all'ultimo, al fine di trovare una soluzione finanziaria nell'immediato e industriale nelmedio e lungo periodo».

Lo stabilimento della Corneliani «deve rimanere attivo a Mantova - rimarca la ministra mantovana — La storia del nostro territorio ha dimostrato che le mantovane e i mantovani sanno osare scelte e azioni coraggiose e generose, a servizio del territorio e del paese. Donne e uomini capaci di resilienza, di un lavoro incessante, di qualità e tradizione, ma sempre pronti ad aprirsi a percorsi innovativi. Non faremo mai mancare loro e alle loro famiglie il nostro supporto, saremo al loro fianco anche in un percorso di ripartenza, che auspichiamo si possa al più presto rendere possibile».