17/07/20
Governo Famiglie pari opportunità paese

Le donne? Pronte per un ’Nuovo Rinascimento’: la presentazione della task force a Roma

La notizia su "QN" e altri quotidiani del 17 luglio 2020.

La crisi da Covid 19? L'hanno sentita e pagata le donne, più di tutti. II gender gap? Esiste e persiste. Politiche a sostegno della famiglia? C'è il Family Act, ma urgono nuove idee. Si parla di «Nuovo Rinascimento» al femminile, e dunque quale cornice migliore della Galleria d'arte moderna e contemporanea, un vero gioiello di arte, pace e bellezza che si trova nel cuore di Roma, per lo più diretto da una donna (Cristiana Collu)?

È stato qui che, ieri mattina, la ministra alle Pari Opportunità e alla Famiglia, Elena Bonetti (Italia Viva), ha realizzato il suo sogno: presentare il lavoro della task force composta da dodici donne che hanno lavorato per un mese, sotto il coordinamento della stessa ministra.

Il nome della task force, - «Donne per il Nuovo Rinascimento» - vede, al suo interno, eccellenze come Fabiola Giannotti, presidente del Cern; Lella Golfo, presidente della Fondazione Bellisario, ma anche imprenditrici, professoresse universitarie, giornaliste e pure una suora (suor Alessandra Smerilli, consigliera di Stato del Vaticano).

Alla presentazione, sedevano in prima fila, diverse ministre donne (Azzolina, Catalfo, Pisano), uno maschio (Bonafede), ma anche tre ex ministre che hanno avuto la delega alle Pari Opportunità, e alla Famiglia, in altre epoche della storia patria: Livia Turco (PdsDs), Anna Finocchiaro (Ds-Pd) e Maria Elena Boschi (Pd, oggi Iv).

L'iniziativa ha visto la presenza anche del premier Conte che non è voluto mancare all'iniziativa della Bonetti. Ministra che Conte ringrazia e loda. Il premier, incitate le donne alla «leadership femminile: che ben venga, gli uomini non hanno dimostrato di saper indirizzare il mondo verso la salvazione», e rivendicato «la necessità di una task force tutta al femminile», ha spiegato che «dobbiamo avere l'ambizione di ripartire dalle donne e con le donne. Nel 2021 abbiamo il G20 in Italia e l'empowerment femminile è uno dei temi su cui riflettere».

Ma come e su che cosa ha lavorato la task force della Bonetti? Le 12 'wonder woman' italiane hanno indagato su cinque aree tematiche: parità di genere, con la responsabilità di progettare il futuro, da parte delle donne; lavoro, secondo un nuovo paradigma femminile inclusivo; scienza, motore di un nuovo Rinascimento; solidarietà, con l'obiettivo investire per l'emancipazione di tutte; comunicazione, parole e immagini per generare un cambiamento.

La ministra Bonetti, soddisfatta, ha rivendicato il fatto che «questo governo ha fatto della parità di genere uno degli assi portanti della ripartenza» e ha spiegato, alla fine, che «questo documento è un primo passo da offrire al Paese. Nel momento di questa crisi, ho fatto quello che le donne fanno quando percepiscono la sfida: cercare delle compagne di viaggio per offrire una prospettiva diversa».

La prospettiva diversa sta in uno slogan della ministra: «Non si devono trovare posti per le donne, ma liberare opportunità». La ministra la chiama «generatività», sorta di femminismo 4.0 che dovrebbe, questa la sua speranza, «mettere le donne a disposizione di un bene comune di tutti, ma che abbia il volto delle donne».