territori elezioni 2022

La Ministra Bonetti a Verona per la presentazione dei candidati: "Noi la vera alternativa al populismo"

La notizia su "l'Arena", "Corriere di Verona" e altri quotidiani, 31 agosto 2022.

Nuove risposte a problemi concreti, continuando l'azione del governo Draghi. Di cui Elena Bonetti è stata una delle protagoniste guidando il ministero per le Pari opportunità e la Famiglia, capace di dar vita tra l'altro alla riforma dell'assegno unico. E proprio la ministra era ieri a Verona per la presentazione dei candidati della lista Calenda Azione - Italia Viva, la proposta che unisce il movimento di Calenda con quello di Renzi, che a Verona ha in Davide Bendinelli il suo elemento più rappresentativo.

E il parlamentare uscente, che è anche sindaco di Garda, era accanto alla ministra Bonetti in piazza Corrubio: Bendinelli è candidato al collegio uninominale di Villafranca per la Camera ed al secondo posto nel plurinominale con loro anche Mariafrancesca Salzani, al terzo posto davanti a Stefano Cesari.

Per quanto riguarda il Senato invece il ticket Azione - Italia Viva candida all'uninominale Danilo Montanari e al plurinominale Carlo Calenda come capolista davanti a Daniela Sbrollini, Luciano Nobili e Manuela Nicoletti.

«C'è bisogno di risposte e di interventi immediati, e quindi di un governo fatto da persone capaci, competenti e serie. Noi ci candidiamo per questo, per dare continuità al governo Draghi di cui faccio parte e che ha dato delle prime risposte in questo momento di emergenza, non doveva cadere ed è stata una scelta scellerata da parte della destra e del Movimento Cinque Stelle, le imprese anche di questo territorio sanno di cosa sto parlando», ha detto Bonetti in piazza Corrubio a San Zeno.

«Le discussioni ideologiche di destra e di sinistra per anni hanno tenuto bloccato il nostro Paese. Con il governo Draghi abbiamo visto che le riforme si possono fare e che il nostro Paese sa rispondere: le nostre imprese, quelle di questo territorio hanno dimostrato di avere un'energia incredibile e siamo stati tra i primi in Europa anche per crescita economica, abbiamo tutte le condizioni per continuare a reggere in questo momento di difficoltà», il discorso della ministra.

«Per fare questo bisogna sostenere convintamente il terzo polo: il duopolio centrodestra e centrosinistra? La bipolarizzazione si è trasformata in bipopulismo, noi ci candidiamo con la credibilità di chi le riforme le ha fatte, di chi come me nel governo Draghi ha fatto l'unica riforma che oggi le famiglie possono guardare fiducia, quella dell'assegno unico universale, 20 miliardi di euro per le famiglie del nostro Paese».

«Il Pd di Letta ha deciso di prendere un'altra strada e abbracciare la sinistra di Fratoianni, che addirittura vorrebbe rinnegare la proprietà privata e ha negato costantemente la fiducia al governo Draghi, criticando investimenti per famiglie e imprese, è quella sinistra con cui noi non ci potremmo mai riconoscere», ha concluso Bonetti.