territori il mostro

"Il Mostro" a Parma, Renzi: "Questa è l'unica città in cui parliamo di Guerra col sorriso"

Matteo Renzi ha presentato il suo libro toccando tutti i temi della politica nazionale e locale. La notizia sulla "Gazzetta di Parma" e altri quotidiani, 1 giugno 2022.

«Parma? È l'unica città in cui possiamo parlare di Guerra (ndr, il candidato sindaco Michele) col sorriso». E ancora: «Salvini in Russia? Non mi inquieta il viaggio di andata, ma il suo ritorno». Era un Matteo Renzi spumeggiante, quello intervenuto ieri sera al Cubo di via Spezia dove ha presentato il suo ultimo libro «Il Mostro».


Matteo Renzi, prima di iniziare l`incontro davanti a una folta platea di persone, ha risposto a una serie di domande sui temi politici di maggiore attualità a livello nazionale e anche locale.

A partire dall'ipotesi di viaggio di Matteo Salvini in Russia, che sta creando forti inquietudini nel governo. «Chi vuole bene a Salvini - ha dichiarato Renzi - gli dica che la politica estera è una cosa seria che si fa per firmare gli accordi di pace e non per qualche like e post su Instagram». «Tutti noi vogliamo la pace - ha proseguito Renzi - per questo penso sia utile avere un inviato speciale delle Nazioni Unite o in alternativa della Nato o delle nazioni europee, per andare a costruire la pace. Si tratti di una proposta che abbiamo lanciato il ventiquattro febbraio, ossia il primo giorno di guerra».

In merito alla vicenda Open, Renzi ha dichiarato: «Quelli di Genova sono fatti divertenti perché spiegano che un sms, una email e una intercettazione telefonica non sono comunicazione e corrispondenza; chiederò quindi se lo è un piccione viaggiatore, un segnale di fumo, il codice morse». «Su queste questioni - ha aggiunto Renzi - andiamo avanti col sorriso, anche se quello che sta accadendo è uno scandalo, un processo politico alla politica. Appena verrà emessa la sentenza della Corte costituzionale torneremo davanti ai giudici di Genova cui chiederemo anche conto dell'invio del materiale che la Cassazione ha chiesto di distruggere».

Quanto al candidato sindaco Michele Guerra, sostenuto da Italia Viva, ha affermato: «L'importante è che ottenga il 51 per cento al primo o al secondo turno. Parma è l'unica città in si può pronunciare il nome Guerra con serenità perché stiamo parlando del prossimo sindaco e non di un conflitto». «Penso che otterrà un buon risultato: è un ragazzo giovane, motivato, gli ho detto che fare il sindaco è il mestiere più bello ma anche il più difficile del mondo, gli auguro di cuore di riuscire bene, la partita è aperta ma sono fiducioso», ha rimarcato Renzi.

Rispetto alla notizia de "Il Mostro" in cima alla classifica delle vendite, Renzi ha sottolineato che «Racconta un'Italia strana, in cui un cittadino, Matteo Renzi, ma potrebbe essere Mario Rossi, scopre delle cose inquietanti - ha dichiarato -: che possono prendere un telefonino a persone non indagate per andare ad esplorare chissà cosa, possono pubblicare gli estratti conto bancari, pedinarti in autogrill, distruggerti di fake news. Tutto questo è avvenuto e rispondo dicendo che io posso difendermi, ma le persone normali che tipo di strumenti hanno? «Questo libro va letto soprattutto dalle persone a cui non sto simpatico perché la questione riguarda tutti: si tratta di una questione di libertà e di civiltà», ha concluso Renzi.