Formazione paese

Grim e Telesca: "Sulla scuola ci sia più attenzione e più coraggio”

La nota delle coordinatrici provinciali Italia Viva Trieste e Udine, 5 gennaio 2021.

"Riteniamo grave la scelta del presidente Fedriga di posticipare il rientro in presenza degli studenti e studentesse delle scuole secondarie di secondo grado. Con le dovute accortezze e procedure di prevenzione, la scuola e i servizi educativi hanno dimostrato di essere tra i luoghi più sicuri rispetto al contagio. La nostra posizione, anche rispetto alle titubanze e ritardi del governo nazionale, è chiara: stiamo correndo un altissimo rischio: privare una intera generazione di qualità di relazioni, apprendimento e opportunità che necessitano della presenza in classe e delle relazioni interpersonali scolastiche".

"Chiediamo al presidente Fedriga di dare ascolto al grido d’allarme delle famiglie e dei ragazzi e delle ragazze che in questi mesi hanno chiesto di rientrare in presenza. Certo, ogni attività che riparte, in tempi di covid, richiede un surplus di assunzione di responsabilità ma l’equilibrio, la salute psicofisica e la preparazione dei nostri studenti lo rendono indispensabile. Peraltro ci potremmo trovare a metà gennaio nell’assurda situazione di avere tutto aperto tranne le scuole".

Così, in una nota Antinella Grim e Sandra Telesca, coordinatrici provinciali Italia Viva Trieste e Udine.