imprese inclusione

Global Inclusion 2021, Bonetti: "Occasione strategica per mettere al centro del dibattito le sfide inclusive che ci attendono"

L'intervento su "il Sole 24 Ore", 16 settembre 2021.

"Un'occasione strategica per mettere al centro del dibattito le sfide inclusive che ci attendono". Così la ministra per le Pari opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, ha presentato la terza edizione del Global Inclusion 2021, un percorso di eventi e workshop in programma da oggi a fine novembre, dedicati alla condivisione di pratiche di successo nel diversity management e nell'inclusione.

«Imprese, terzo settore e università devono diventare laboratori di un futuro più giusto, più inclusivo», ha detto la ministra durante l'evento che si è tenuto ieri, trasmesso in streaming sul sito del Sole 24 Ore dal teatro della nave Costa Smeralda. "Dovranno essere - ha aggiunto Bonetti - parti attive e co-progettanti insieme alle istituzioni dei percorsi di ripartenza che stiamo per intraprendere nei prossimi mesi, grazie agli investimenti del Next Generation Ue, individuando insieme scelte, progetti e processi concreti da adottare".

Con queste parole è stato ricordato il ruolo chiave della società civile nell'attuazione della missione 5 del Pnrr "Inclusione e Coesione", che - con una dote da 22,4 miliardi - include misure per il lavoro, politiche a favore dei più fragili e contro il degrado urbano. Un riferimento non casuale, nel corso della presentazione dell'iniziativa promossa dal Comitato Global Inclusion art. 3 e dal Sole 24 Ore in collaborazione con l'Associazione Italiana per la Direzione del Personale (Aidp), e numerosi sponsor, che intende mobilitare nelle prossime settimane l'ecosistema delle imprese, del terzo settore e dell'università intorno a queste tematiche.

La stagione del Global Inclusion 2021 sarà articolata in workshop verticali, laboratori di intelligenza collettiva, inclusion-thon, iniziative editoriali, compresa una staffetta con le imprese italiane mobilitate da Tim in una 4weeks4indusion aperta a 600mila dipendenti e un evento finale in cui le imprese italiane aderiranno ai principi dello Statuto della Rinascita Inclusiva di Global Inclusion. Non mancheranno un raduno del terzo settore e un appuntamento dedicato alle città più inclusive.