parlamento economia

Generali, rinviata l'audizione in Commissione Banche a dopo l'Assemblea. Fondamentale la mediazione di Mauro Marino

La notizia su "MF", 30 marzo 2022.

Secondo le ultimi informazioni disponibili l'imprenditore capitolino Francesco Gaetano Caltagirone è arrivato a controllare il 9,519% di Generali, primo investitore privato della compagnia subito dopo Mediobanca che tra quote dirette (12,8%) e prestito titoli (4,4%) arriva al 17,2%. Un pacchetto di 150,5 milioni di azioni, che ai valori attuali di Borsa vale appunto quasi tre miliardi.

Lo stesso imprenditore, venerdì 25, durante la presentazione del programma strategico alternativo a quello del ceo Philippe Donnet, sostenuto dal consiglio di amministrazione e da Mediobanca, aveva detto di avere una quota superiore al 9% e non si possono escludere altri ritocchi al rialzo prima dell'assemblea della compagnia.

E, proprio in vista dell'assemblea, arriva il passo indietro della politica. Come anticipato da milanofinanza.it, è rientrata nel frattempo anche la bagarre politica esplosa dopo la convocazione in commissione Banche del ceo Donnet. Grazie alla mediazione del senatore Mauro Maria Marino di Italia Viva, si è deciso di rinviare tutto a dopo l'assemblea, convocando anche Caltagirone e Assogestioni.