07/11/20
paese istituzioni

Faraone: "Riceveremo una delegazione di parlamentari libici al Senato, per giungere alla liberazione dei pescatori"

La notizia sul "Giornale di Sicilia", 7 novembre 2020.

Iniziativa interparlamentare Italia-Libia, promossa da Italia Viva, per intensificare gli sforzi per ottenere la liberazione dei diciotto pescatori (otto italiani, sei tunisini, due senegalesi e due indonesiani) e dei due pescherecci mazaresi "Medinea" ed "Antartide" sequestrati lo scorso primo settembre a 35 miglia circa dal porto di Bengasi.

Il presidente dei senatori di Italia Viva, Davide Faraone, riceverà, martedì 17 novembre, in Senato una delegazione di membri della Camera dei Rappresentanti libica del governo di Tripoli. «Alla delegazione libica ribadiremo - si legge in una nota - la necessità di trovare un percorso comune per l'immediato rilascio dei marittimi».

All'incontro parteciperanno anche senatori e deputati di altri gruppi parlamentari. I familiari dei marittimi, detenuti, dall'8 settembre presso il carcere di el Kuefia, a 15 km sudest di Bengasi, non ricevono notizie da 67 giorni. I due pescherecci "Antartide" e "Medinea" sono stati sequestrati in acque internazionali ricadenti all'interno della "ZEE" libica mai riconosciuta dalla comunità internazionale, un'areale storicamente battuto dai natanti mazaresi per la pesca del rinomato gambero rosso.