democrazia presidenzialismo

Democrazia in crisi: i nostri parlamentari in dialogo con numerosi esperti sul tema del presidenzialismo

Un dialogo sulle riforme istituzionali necessarie, fra i parlamentari Iv e una serie di esperti, durante il nostro evento dedicato al presidenzialismo, che si è svolto mercoledì 13 aprile 2022.

È stato un pomeriggio dedicato alla riflessione sulle necessarie - e quanto mai inderogabili - riforme istituzionali, nel contesto di una sempre più evidente crisi del sistema democratico, nel nostro Paese, quello che ha visto i parlamentari Iv impegnati in un dialogo serrato con numerosi esperti sul tema.

Mercoledì 13 aprile, a partire dalle ore 15, infatti, la Sala Zuccari del Senato della Repubblica, in via della Dogana Vecchia, 29, ha accolto i lavori del nostro seminario dal titolo “Democrazia in crisi: il presidenzialismo la salverà?”.

Il seminario si è aperto con una introduzione di Matteo Renzi, che ha invitato i presenti a interrogarsi sul fatto che al voto, oggi, non corrisponde sempre un cambio di governo. Entro il contesto di questo grande dibattito democratico, Renzi ha sottolineato l'opportunità di riflettere sull'elemento del presidenzialismo.

I lavori successivi hanno visto gli interventi dei nostri parlamentari alternarsi a quelli degli ospiti. Maria Elena Boschi, Davide Faraone, Marco Di Maio e Flora Frate, infatti, hanno confrontato le proprie opinioni ed esperienze con gli esperti presenti in sala e quelli che si sono collegati in videoconferenza. 

Fra loro, il giudice emerito della Corte Costituzionale Sabino Cassese; Alfonso Celotto, professore di diritto Costituzionale di Roma Tre; Laure Clément-Wilz, professoressa di diritto Pubblico a l’Université Paris Est Créteil; Ernesto Galli della Loggia, editoralista del Corriere della Sera; Gianluca Passarelli, professore in Scienza politica all’Università La Sapienza di Roma; Massimo Rubechi, professore di diritto Costituzionale all’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo; Alessandro Sterpa, professore di istituzioni di Diritto pubblico all’Università della Tuscia di Viterbo; Luciano Violante, già presidente della Camera dei deputati, e Lorenza Violini, professoressa di Diritto costituzionale all’Università degli Studi di Milano.

Maria Elena Boschi, in apertura, ha voluto sottolineare che "Noi, a differenza di altri, abbiamo davvero provato a fare le riforme costituzionali". "Ed è per questo  - ha annunciato - che alla prossima Leopolda presenteremo la nostra proposta".

"Il Presidenzialismo - ha spiegato Davide Faraone nel suo intervento - non è l'anticamera dell'autoritarismo e chi lo pensa, come certa sinistra, sbaglia".

Marco Di Maio, con un'arguta metafora, ha sottolineato che il presidenzialismo potrebbe "essere il vaccino che serve per rinvigorire la nostra democrazia"

Flora Frate ha ricordato come Italia Viva sia stata "la prima a parlare di presidenzialismo". Sicché, ha notato la parlamentare, è ora che "la politica si assuma la responsabilità di fare la propria parte".

Con il presidenzialismo, elemento su cui riflettere, al centro della discussione, "assicuriamo la continuità all'azione di Governo", ha notato il costituzionalista, professor Sabino Cassese.

"Ciò che serve - è stato il fulcro del ragionamento di Alfonso Celotto - è ragionare sull'elezione diretta del presidente", piuttosto che accusare la legge elettorale del problema della governabilità.

"Il presidenzialismo è possibile, ma va costruito bene. Le regole sono importanti ma sono il guscio, la 'polpa' sono i comportamenti", ha spiegato Luciano Violante.

"La democrazia - ha sottolineato Ernesto Galli della Loggia - deve tornare ad essere il regime in cui comanda il principio di maggioranza e l'unico sistema in grado di garantirlo davvero è il presidenzialismo".

Insomma, "i tempi - ha notato Maria Elena Boschi, concludendo i lavori - sono maturi per immaginare per l'Italia una via innovativa, che riprenda, certamente, le esperienze degli altri Paesi. Noi prendiamo l'impegno di proseguire questa riflessione sulle necessarie riforme istituzionale, anche con il sostegno degli esperti che oggi ci hanno affiancato".

Leggi qui tutti i dettagli sull'evento.
Rivedi qui la diretta dei lavori.
Rivedi qui la playlist con tutti gli interventi.
Leggi e riguarda qui l'intervento introduttivo di Matteo Renzi.
Riascolta lo speciale su Radio Leopolda.