parlamento Esteri Ucraina

Delegazione Iv in Romania e Moldova, Rosato: "Paesi che danno prova di straordinaria accoglienza"

L'intervento pubblicato da "il Piccolo", 30 marzo 2022.

«Ho negli occhi il ponte che unisce Ucraina e Romania dove i volontari mettono in continuazione giocattoli, in modo che ogni bambino che arriva possa prendere il suo preferito. Un segno per rompere la tensione di un viaggio che, prima di esserci, potevamo solo immaginare, ma anche un segno di come l'accoglienza viene organizzata». Così il vicepresidente della Camera e presidente di Italia Viva, Ettore Rosato, appena rientrato dal viaggio istituzionale, compiuto insieme a una delegazione del suo partito, al confine fra i due Paesi.

Con i parlamentari romeni Alin Prunean e a Lorant Sas, «colleghi e amici che ci hanno accompagnato in questo complicato percorso, facendoci da autisti, interpreti e insostituibili guide», la delegazione di Iv è stata anche a Siret. «Un punto di frontiera, dove disperazione e sofferenza sono tangibili, ma tamponati dall'accoglienza straordinaria dei volontari di tutti i Paesi della Ue, ma in particolare dalla Romania, che con un'impeccabile organizzazione ogni giorno fanno un lavoro davvero straordinario. Dall'inizio della guerra  - spiega Rosato - la Romania ha accolto centinaia di migliaia di profughi, chi è restato, chi ha continuato il proprio viaggio ad ovest. Con la nostra delegazione, di cui hanno fatto parte anche Teresa Bellanova, Nicola Danti, Laura Garavini e Massimo Ungaro, abbiamo toccato i luoghi di confine incontrando soccorsi, associazioni e istituzioni. Siamo stati anche nei paesi di confine Sighetu-Marmatiei dove i profughi ucraini ricevono la prima assistenza grazie alle istituzioni e a molte associazioni di volontariato che ci hanno raccontato la loro esperienza».

Ultima tappa della visita Chisinau, capitale della Moldavia, dove la delegazione è stata accolta dalle pi alte cariche istituzionali del Paese e dove ha fatto visita al Centro Don Bosco. «Paese - conclude Rosato - che sta dando una straordinaria prova di accoglienza».