14/05/20
territori paese elezioni comunali

Comunali, Torino, Italia Viva: "I torinesi non chiedono polemiche ma competenze e buonsenso"

Le dichiarazioni degli esponenti di Italia Viva, in vista dell'appuntamento elettorale cittadino.

Oggi alcuni quotidiani hanno dedicato articoli alle posizioni del centrosinistra in vista della partita per le elezioni a Torino.

Ma già lo scorso martedì la parlamentare di Italia Viva Silvia Fregolent aveva lanciato il sasso nello stagno chiedendo ai dem di chiarire le loro intenzioni su Torino. La parlamentare Iv, infatti, ha chiesto al Pd dei chiarimenti sul "possibile accordo tra grillini e Pd sul prossimo candidato sindaco di Torino".

"Se non fosse che stiamo vivendo una drammatica crisi sanitaria ed economica - ha scritto Fregolent sul suo profilo Facebook - le scelte della Giunta Appendino a Torino sarebbero da trasmettere su 'Scherzi a parte': dall'aumento della tassa sul turismo nel momento in cui il turismo non c'è, al pedaggio per far entrare le auto nella zona Ztl, senza dimenticare i controviali a 20 all'ora per costringere bici e auto a una pericolosa convivenza, e stendiamo poi un velo pietoso sulla consigliera M5s che ha tranquillamente ammesso di aver fatto festa con i vicini mentre i torinesi sono obbligati a stare a casa".

"Ormai il fallimento del Movimento Cinque Stelle al governo della città - ha aggiunto Fregolent - è purtroppo certificato, e sulle loro scelte dilettantistiche e sconclusionate non ci stupisce più nulla. Il dubbio è un altro: se avessero un fondo di verità le indiscrezioni che si rincorrono da mesi su un possibile accordo tra grillini e Pd sul prossimo candidato sindaco di Torino, come può il Partito democratico lasciare la guida della città a questi sprovveduti?".

"Ora la mossa tocca al Pd, nei confronti di Appendino nulla di personale, ma è difficile che possa ricandidarsi. Dopo quello che ha fatto. Vedo bene invece un Saracco. E poi se ci saranno le primarie vediamo, potrebbe essere interessante", ha affermato, inoltre, Giacomo Portas, leader dei Moderati ed indipendente Italia Viva che venerdì parteciperà ad una riunione in videoconferenza per approfondire la situazione. "Mai un'alleanza con i 5 Stelle, per guidare Torino nella Fase 3, per farla uscire dalla crisi ci vuole una persona che abbia capacità e carisma", ha sottolineato Portas.

Si è, poi, fatto sentire, per Italia Viva Torino, Davide Ricca, che ha sottolineato che "noi optiamo per un'alleanza tra le forze moderate. Questa deve essere il perno della Torino che riparte. I torinesi non chiedono polemiche ma competenze e buonsenso".