Scuola parlamento territori

Carrara, l'accorpamento del Liceo Montessori-Repetti arriva in Parlamento. Interrogazione di Ferri

La notizia su "la Nazione", 30 giugno 2022.

"Montessori-Repetti": i problemi legati agli spazi sono arrivati addirittura fino a Roma. Dopo le proteste degli studenti e insegnanti del liceo delle scienze umane, che l'ultimo giorno di scuola portarono i banchi in mezzo alla strada, ora ad occuparsi della vicenda è il parlamentare di Italia Viva, e neo consigliere comunale di minoranza, Cosimo Ferri. «Ora è necessario - dice quest'ultimo - individuare una soluzione che consenta all'istituto Montessori-Repetti di mantenere l'attuale assetto, evitando accorpamenti tra classi penalizzando la qualità didattica dell'istituto».

Proprio per sollecitare una strada che consenta di non stravolgere l'organizzazione delle due scuole, Ferri ha presentato un'interrogazione al ministro dell'Istruzione. «In vista del prossimo anno - scrive il deputato -, al Montessori-Repetti è previsto l'accorpamento delle seconde del liceo classico, per formare un'unica classe, nonché l'accorpamento delle attuali classi terze (3E-3D), per formare un'unica quarta del liceo linguistico. Si prospettano classi sovradimensionate e disagi perché la didattica degli ultimi due anni, inevitabilmente penalizzata, ha messo psicologicamente a dura prova l'equilibrio dei ragazzi e l'accorpamento forzoso di gruppi disomogenei andrebbe a colpire questo equilibrio. Questo non tiene conto dell'aumento delle iscrizioni per il prossimo anno, nonché di una tendenza consolidata, caratterizzata da un incremento di iscritti, a partire dal triennio. Peraltro, i previsti accorpamenti comportano problemi di sicurezza sia per la capienza che per il quadro pandemico. L'accorpamento andrà a detrimento della qualità dell'offerta formativa che connota il Montessori-Repetti, unico in provincia ad attuare nel triennio il percorso con curvatura biomedica accreditato dal Miur».