30/06/20
Governo Famiglia pari opportunità

Bonus baby sitter ai nonni, Bonetti frena: "La loro salute è la priorità”

L'intervento pubblicato dal quotidiano "Avvenire", 30 giugno 2020. 

Non sono passate neppure 24 ore dalla circolare Inps in cui si chiarisce che i destinatari del bonus baby-sitter sono anche i nonni. Ma la politica insorge a difesa della salute dei più anziani. La prima a non digerire questa novità è la Ministra della Famiglia, Elena Bonetti, per la quale, a pandemia ancora in corso, è sempre necessario tutelare i nonni.

Anche la collega di Italia Viva, Teresa Bellanova, Ministra delle Politiche Agricole, parla di «decisione incomprensibile» e di «scelta che sinceramente mi lascia perplessa».

Sono proprio loro, infatti, uniti agli altri parenti (come gli zii) tra i possibili destinatari del bonus fino a 1.200 euro previsto dal decreto Bilancio se si sono presi cura o si prendono tuttora cura dei nipoti mentre i genitori lavorano. A patto che, però, non risiedano nella stessa casa dei nipoti, secondo l'ultima circolare Inps in materia, che aggiunge anche come sia necessario aprire una posizione Inps per richiedere il bonus.

Se la risposta dell'istituto sarà positiva, il voucher arriverà entro 15 giorni sul libretto di famiglia. È possibile registrarsi fino al 31 dicembre, ma i voucher ai quali si avrà diritto sono per le prestazioni comprese tra il 5 marzo e il 31 luglio.

«Ho preso atto della circolare - spiega la Ministra Elena Bonetti - ma resta il fatto che anche in questa fase i nonni devono essere oggetto della nostra massima tutela e proteggere la loro salute era e resta una priorità».

Sin dall'inizio dell'emergenza, difatti, Elena Bonetti ha sottolineato la necessità di preservare i nonni, in quanto anziani e più esposti ai rischi che comporta il contagio.