territori porti

Bellanova in visita al porto di Venezia: "Rispettare ed applicare le norme sulla sicurezza"

La notizia sul "Corriere del Veneto" e "la Nuova Venezia e Mestre", 26 maggio 2022.

Protocollo fanghi, ristori Covid per le imprese del cluster portuale, nuova compagnia di lavoro portuale, porto regolato, crocieristica: sono stati questi alcuni dei temi affrontati ieri nel corso degli incontri presso l'Autorità di Sistema portuale del Mar Adriatico cui ha partecipato la viceministra delle Infrastrutture e Mobilità sostenibili Teresa Bellanova.

Per quanto riguarda i ristori Covid per le imprese del cluster portuale, "i nostri uffici sono in contatto diretto con l'Avvocatura dello Stato per sbloccare l'iter. Ho personalmente sollecitato un`attenzione particolare e celerità", ha spiegato Bellanova, "perché sono consapevole che in economia i tempi non sono indipendenti e che soprattutto per le piccole imprese i ritardi nell`erogazione di risorse dovute sono esiziali".

Bellanova ha annunciato, inoltre, il tavolo tecnico di Venezia sulla portualità per il prossimo 10 giugno e ha parlato del recente e tragico incidente che ha visto la morte di un giovane lavoratore portuale: "Aspettiamo di sapere cosa abbia determinato la drammatica morte. Nel nostro Paese non abbiamo bisogno di nuove norme sulla sicurezza. Occorre rispettare e applicare quelle che ci sono", ha affermato la viceministra.

Sulla guerra in Ucraina Bellanova ha spiegato: "Siamo consapevoli di come il conflitto scatenato dalla Russia insieme al sempre maggior peso delle economie emergenti stiano modificando le rotte del trasporto internazionale, dinamica alla quale il nostro Paese deve essere pronto e in cui i porti dell'Alto Adriatico, a partire da Venezia, devono poter avere un ruolo determinante, crocevia dei traffici dal Mediterraneo verso le principali porte commerciali".

"Per le crociere - ha aggiunto, infine, Bellanova - c'è lo sforzo collettivo per coniugare esigenze economiche e sostenibilità ambientale. Uno sforzo di cui va reso atto. Stiamo lavorando per i nuovi terminal a Chioggia e Fusina".