05/08/20
Governo agricoltura territori paese

Bellanova in visita al mercato ittico di Ancona: "Serve un miliardo per la filiera della ristorazione"

La notizia sul "Corriere Adriatico", 5 agosto 2020.

Un miliardo per le imprese della ristorazione, vincolato all'acquisto dei prodotti made in Italy per sostenere la filiera alimentare in sofferenza nel post-lockdown. È arrivata puntualissima, ieri, la ministra dell'Agricoltura e della Pesca Teresa Bellanova, portando in dote questa proposta di rilancio all'appuntamento con i pescatori dorici.

Al mercato ittico di Ancona, ha tracciato un bilancio di quanto è stato realizzato e quanto resta ancora da fare nel settore, ascoltando le richieste dei rappresentanti di categoria che hanno presentato la lista delle urgenze. Questioni difficili da dirimere in una mattinata, tanto che la titolare del dicastero li ha invitati a Roma, il 10 settembre, per un incontro al ministero.

«La pesca è un settore importante sul quale sto investendo molto e non a caso ho tenuto per me la delega - ha subito puntualizzato Bellanova - e va sostenuta sempre di più la filiera agroalimentare e dell'acquacoltura nel suo complesso perché sono eccellenze nella produzione, ma purtroppo stanno soffrendo anche per effetto del Covid, con la chiusura dei ristoranti. Quando tutti stavano fermi a queste persone è stato chiesto di andare avanti per aiutarci a non cambiare le abitudini alimentari degli italiani. Ora bisogna investire in questo settore».

Accompagnata dai rappresentanti marchigiani di Italia Viva - dal dirigente Piergiorgio Carrescia, ai candidati alle Regionali Federico Talé, Francesco Fiordomo, Fabiola Caprari e Franco Federici, passando per i coordinatori provinciali Matteo Bitti e Silvia Rosati - Bellanova, nella doppia veste di ministra e coordinatrice nazionale del partito, ha dovuto rinunciare alle altre tappe del tour nella provincia che l'avrebbero portata a Morro D'Alba e a Senigallia per impegni romani.

Bellanova ha però voluto mantenere l'appuntamento al porto dorico, dove ha ricordato di aver «combattuto per stanziare 20 milioni di curo per un bonus da 950 euro per i pescatori autonomi, rimasti fuori da tutto» annunciando poi di aver «avanzato una proposta per la ristorazione, filiera che più sta soffrendo in questa fase, sperando venga accolta anche dalle altre forze di maggioranza: stanziamo un miliardo di euro destinato solo alle 160mila imprese che fanno ristorazione, vincolandole all'acquisto di prodotti made in Italy perché è questa la filiera che dobbiamo sostenere».