07/11/20
paese Assemblea Nazionale

Assemblea Nazionale #003, Rosato: "Siamo una comunità, ecco perché Italia Viva ha una marcia in più"

L'intervento del coordinatore nazionale di Italia Viva, il vice Presidente della camera Ettore Rosato, durante la Terza Assemblea Nazionale, 7 novembre 2020.

"Un'Assemblea particolare, in un contesto reso nero dalla presenza del Covid, che ci impedisce di fare ciò che ci piace e ci manca: socializzare, darci la mano, condividere di persona le nostre esperienze": così ha aperto il suo intervento Ettore Rosato, vice Presidente della Camera, coordinatore nazionale di Italia Viva, commentando lo svolgimento della nostra Terza Assemblea Nazionale, totalmente in streaming, per rispettare le norme sul distanziamento sociale imposte dall'emergenza sanitaria da Covid 19.

"Ecco perché è doveroso iniziare quest'Assemblea dando il nostro ringraziamento al personale sanitario, alle forze di polizia, agli insegnanti, a tutti coloro che ogni giorno danno il massimo durante questa situazione emergenziale", ha proseguito Rosato.

"Il nostro Paese - ha sottolineato il coordinatore nazionale - che sta dimostrando di saper affrontare le sfide. Noi, come partito, dobbiamo essere al fianco di chi sta affrontando questa crisi, con tutti gli strumenti possibili".

"Noi abbiamo costituito un partito - ha spiegato Rosato - perché ci piace discutere, perché volevamo un luogo frutto di sintesi, dove ci fossero le energie migliori, anche da parte di chi non veniva da esperienze politiche, come, ad esempio, i tanti giovani che frequentano le nostre scuole politiche estive".

"Il nostro lavoro, dunque, è portare idee, offrire contributi. Stiamo attenti a non cadere nelle polemiche. Manteniamoci nell'essenziale: la sfida che abbiamo davanti è quella di rispondere ai problemi delle persone, una sfida che è sia di chi sta lavorando sui territori, sia di chi è impegnato in Parlamento e nel Governo", ha proseguito il coordinatore nazionale.

"Fuori, inoltre, ci sono tante persone che guardano a noi con interesse. Possiamo intercettare questo mondo, essendo interessanti ed attrattivi, anche attraverso una buona organizzazione", ha spiegato Rosato. "Il nostro impegno, insomma, è essere a disposizione di chi opera sui territori, essendo accanto agli amministratori locali, che hanno già aderito o stanno aderendo, e che si occupano dei problemi degli italiani". "Possiamo essere, quindi, in tale modo, strumento di riconnessione dei territori con l'amministrazione centrale dello Stato", ha sottolineato Rosato.

"Il nostro - ha spiegato Rosato, nell'ultima parte del suo intervento - è il partito più agile d'Italia, un partito che si basa su uno staff agile e snello, tuttavia questo non significa non aver bisogno di un'organizzazione".

"Ecco perché - ha annunciato il coordinatore nazionale - abbiamo pensato di aprire i nostri cantieri tematici, che saranno luogo di elaborazione di nuove idee e proposte. Vedo un grande desiderio di partecipazione alla scelte pubbliche: i cantieri saranno deputati proprio a questo".

"Quando abbiamo scelto di proseguire il nostro percorso con Italia Viva - ha concluso Rosato - abbiamo messo sulle spalle uno zaino pesante, certo, ma lo stiamo portando insieme, con uno spirito di condivisione e comunità. Questa consapevolezza mi spinge ogni giorno a lavorare per Italia Viva. Siamo comunità, ecco perché Italia Viva ha una marcia in più. Questo senso di comunità è, inoltre, ciò che Italia Viva mette a disposizione del Paese".


Chi lo desidera può rivedere l'intervento completo qui di seguito.