Governo trasporti

80 milioni di sostegni all'autotrasporto. Bellanova: "Il tavolo sarà permanente. Lavoriamo per velocizzare le nostre risposte"

L'intervento sulla "Gazzetta del Mezzogiorno", 25 febbraio 2022.

Venti milioni di euro per sostenere il settore dell'autotrasporto nel costo pedaggi; 5 milioni destinati ad implementare la deduzione forfettaria per le spese non documentate; credito d'imposta pari al 15 per cento al netto dell'Iva finalizzato all'acquisto dell'additivo AdBlu per un investimento complessivo di oltre 29 milioni di euro; credito d'imposta pari al 20 per cento al netto dell'Iva per sostenere l'acquisto di gas naturale liquefatto, con un investimento complessivo di 25 milioni di euro. Sono le misure, per un totale di risorse a disposizione di 80 milioni, condivise al Tavolo autotrasporto conclusosi ieri in serata, che entrano a comporre il Decreto energia per il sostegno al settore autotrasporto penalizzato da problematiche strutturali di filiera e dagli aumenti del costo carburante.

Condiviso contestualmente l'insediamento immediato del Tavolo delle regole, per un confronto tra imprese di autotrasporto e committenza finalizzato ad affrontare strutturalmente le esigenze del settore a partire dall`esigibilità della clausola gasolio sia nei contratti scritti che orali da inserire in un nuovo Decreto nel quale ricondurre regole di settore finalizzate a favorire corretti rapporti di filiera.

Soddisfatta la viceministra Teresa Bellanova per l'intesa raggiunta, per l'avvio del confronto sulle regole atteso da tempo dal settore, per l'impegno assunto dalle associazioni di rappresentanza a collaborare per stemperare le tensioni territoriali.

«Il confronto sulle regole e sulle policy di settore è permanente - ha confermato la viceministra Teresa Bellanova - e si chiuderà solo quando sarà stato possibile formalizzare le soluzioni soddisfacenti per tutte le parti». «Nel frattempo - ha aggiunto la rappresentante del Governo - siamo impegnati a procedere rapidamente con il Decreto di riparto del Fondo destinato al settore e a velocizzare le procedure per attivare tutte le azioni già definite a favore dell'autotrasporto»

«Il confronto sull'emergenza autotrasporto e sulle regole è permanente. Il nostro obiettivo è arrivare a soluzioni soddisfacenti per tutte le parti», aveva detto la viceministra ieri mattina spiegando la necessità di convocare il Tavolo autotrasporto.

«Condizione determinante - prosegue Bellanova - è naturalmente la responsabilità di tutti, istituzioni e parti sociali, perché le difficoltà che le aziende stanno incontrando e su cui è in atto la ricerca di soluzioni non degenerino, come sta accadendo in alcune realtà, in problema di ordine pubblico. Questo è un settore che ha dato una straordinaria prova di sé nel corso della pandemia, garantendo al Paese normalità e coesione sociale. Lavorare tutti nella stessa direzione e con gli stessi obiettivi significa costruire le condizioni necessarie a trovare risposte e soluzioni. Stiamo lavorando perché nel Decreto energia vi siano norme utili per il settore».